Catalogna, finita la pazienza di Madrid: sabato scatta l'articolo 155

19 ottobre 2017 ore 11:56, Americo Mascarucci
Partirà sabato l'attivazione dell'articolo 155 che sospenderà l'autonomia della Catalogna. Lo ha annunciato il premier spagnolo Mariano Rajoy dopo che il presidente catalano Puigdemont ha risposto all'ultimatum di Madrid con un altro ultimatum: a Rajoy che chiedeva a Puigdemont di chiarire se avesse o meno proclamato l'indipendenza nel suo discorso di fronte all'assemblea catalana pena l'attuazione dell'articolo 155, questi ha risposto minacciando la proclamazione unilaterale dell'indipendenza se il premier spagnolo non avesse risposto alla sua richiesta di dialogo. Evidentemente la pazienza di Madrid è finita.
Catalogna, finita la pazienza di Madrid: sabato scatta l'articolo 155

MADRID ATTACCA
"Il governo della Spagna - è scritto in una nota ufficiale - ha constatato alle 10 di questa mattina, ultima scadenza stabilita, il rifiuto del presidente della Generalitat della Catalogna di rispondere alla richiesta che gli era stata presentata lo scorso 11 ottobre in cui si chiedeva in forma chiara e precisa se l'autorità della Catalogna avesse proceduto a dichiarare l'indipendenza di questa comunità autonoma e lo si sollecitava a ripristinare l'ordine costituzionale alterato".
Sabato dunque il governo spagnolo si riunirà per attivare l'articolo 155. E' quanto ha dichiarato il Portavoce dell'esecutivo spagnolo Inigo Mendez De Vigo. La risposta del Presidente catalano Carles Puigdemont - all'ultimatum di Mariano Rajoy - è stata infatti giudicata negativa. Quest'ultimo aveva dichiarato: "Se prosegue  la repressione e l'assenza di dialogo il Parlamento potrà procedere se lo ritiene opportuno a votare la dichiarazione formale di indipendenza che non è stata votata il 10 ottobre". Il consigio dei ministri straordinario che si riunirà sabato approverà dunque l'attivazione del 155 che sarà sottoposta al Senato. "Il governo utilizzerà tutti i mezzi in suo potere per ripristinare quanto prima la legalità e l'ordine costituzionale - ha spiegato Mendez De Vigo - per recuperare la convivenza pacifica tra cittadini e frenare il deterioramento economico causato dall'insicurezza". 

LE PAROLE DI RAJOY
"Un momento grave per la nostra democrazia. Si stanno mettendo in discussione i principi di una società democratica - ha attaccato Rajoy - il governo della Catalogna si è reso responsabile di un attacco sleale e pericoloso alla Costituzione, all’unità della Spagna e alla convivenza pacifica dei cittadini. Il governo autonomo non ha rispettato la legge e le sentenze della Corte. Il futuro e il ritorno alla normalità istituzionale, come tutto il mondo sta chiedendo, è nelle mani di Carlos Puidgemont" ha poi chiarito il premier spagnolo facendo intendere che è lui a dover risolvere la situazione. 
"È urgente - ha concluso - mettere fine alla situazione che si sta vivendo in Catalogna e che torni la stabilità e la tranquillità nel più breve tempo possibile. Serve procedere con prudenza e responsabilità". E prudenza e responsabilità consigliano di non soprassedere ulteriormente.

#catalogna #madrid #articolo155
caricamento in corso...
caricamento in corso...