Conferenza di fine anno di Gentiloni: lavoro, tasse e i meriti "di Renzi" - DIRETTA

29 dicembre 2016 ore 11:31, intelligo
Iniziata la conferenza stampa di Paolo Gentiloni. Tra i primi argomenti affrontati il lavoro, quello "a tempo indeterminato è in crescita" ma "c'è ancora molto da fare per chi ha meno di 40 anni".
A PALAZZO CHIGI 15 GIORNI

"Giorni molto impegnativi per me, ma anche entusiasmanti perchè, per chi fa il mio lavoro, servire istituzioni è appassionante". Dei suoi primi giorni a palazzo Chigi ricorda anche il passaggio con l'ex premier: "Il governo nasce all'indomani delle dimissioni di Matteo Renzi provocate dalla sconfitta referendaria. Quel risultato non si cancella e noi lo abbiamo ben presente, ma non deve cancellarsi anche il lavoro che ha fatto il governo Renzi. Cancellarlo o relegarlo nell'oblio sarebbe un errore". Intanto via libera del Consiglio dei Ministri, secondo quanto si apprende, al decreto Milleproroghe, il consueto provvedimento di fine anno. All'odg anche la nomina dei sottosegretari e dei viceministri del governo. 

TERRORISMO 

Nell'era della sfida del terrorismo "l'Italia deve essere fiera", avendo garantito livelli di sicurezza "in momenti complicati", come per il Giubileo, quando "sulla copertina della rivista del Daesh appariva la cupola di San Pietro. Fortuna? Certo, ma c'è stato anche il lavoro degli apparati e degli organi dello Stato". 

TERREMOTO
 
La ricostruzione delle zone terremotate è la priorità dell'azione del governo. Lo ha ribadito il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, nel corso della conferenza stampa di fine anno. "Il susseguirsi della scosse successive - ha premesso Gentiloni - non ci ha fatto rendere conto della gravità e dell'estensione del terremoto che non ha precedenti recenti". "Adesso c'è la fase più difficile e che oltre ad Amatrice, Accumoli, Arquata e ai centri più danneggiati c'è il cratere allargato che coinvolge centinaia di migliaia di persone. C'è il problema del lavoro, della ricostruzione, dell'agibilità dei centri abitati - ha concluso Gentiloni - e saranno le nostre priorità".

RIFORME

"Il governo proseguirà la strada delle riforme: non abbiamo finito e soprattutto non abbiamo scherzato". Lo dice il premier Paolo Gentiloni alla conferenza stampa di fine anno. "Il percorso delle riforme, per il tempo che avremo a disposizione per lavorare, andrà avanti" e questo, specifica, "non è un mio puntiglio" ma la continuità serve al Paese.

PIL

''L'economia è cresciuta, seppur a un tasso che vorremmo più elevato''. 

RUSSIA

"Noi dovremo cercare di utilizzare la presidenza del G7" sul punto delle centralità del Mediterraneo "perchè da mare nostrum non diventi mare nullius" e poi "dovremo cercare di usare la presidenza del G7 per contribuire a relazioni diverse con la Russia. L'Italia può volgere un ruolo in questo. Si tratta di togliere, se ci sono, idee di ritorno a cornici ideologiche tipiche della guerra fredda che non hanno alcun senso nella situazione attuale". 

LEGGE ELETTORALE 

"Per questo riguarda la legge elettorale, più che dire quello che faremo, insisteremo su quello che non faremo: una proposta di legge elettorale del governo. Penso sia adeguato al clima politico del Paese - ha aggiunto - che la legge elettorale venga da un confronto tra i gruppi politici e i partiti in Parlamento. Naturalmente il governo, anche tramite il ministro dei Rapporti con il Parlamento, farà la propria parte per facilitare questo dialogo". Tuttavia "il governo - ha concluso Gentiloni - non mancherà, se la situazione andasse troppo per le lunghe, di ricordare che un sistema democratico deve avere delle norme elettorali pienamente funzionanti e utilizzabili".

BANCHE

Il decreto legge salva risparmio ''può essere oggetto di discussione'' con l'Ue ''ma non è nulla che metta in qualche modo in discussione la tranquillità e la rilevanza del nostro intervento. Ci sarà una dialettica'' sul percorso di risanamento, previsto dal piano industriale ma ''abbiamo fatto, a mio parere, il giusto e sicuramente il necessario''.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...