Renzi in 'difesa' di Macron su Stx: perché ora tocca a noi

31 luglio 2017 ore 10:00, Stefano Ursi
Parla alla Versiliana il segretario Pd Matteo Renzi e tocca vari temi dell'attualità, dai vaccini, su cui l'ex premier dice ''abbiamo fatto bene a fare una battaglia di civiltà'', alla questione cantieri Stx, passando per la politica interna e il centrosinistra. In relazione al momento che il Pd ha vissuto nel post referendum, Renzi spiega che a più riprese il passaggio nella difficoltà era stato previsto: "L'abbiamo sempre detto che dopo il referendum avremmo attraversato un periodo più debole''. Renzi viene poi a quella che è la questione probabilmente più spinosa del momento politico, ovvero quella relativa ai cantieri navali Stx, che sta facendo molto discutere i media e l'opinione pubblica non solo italiana ma anche europea.

Renzi in 'difesa' di Macron su Stx: perché ora tocca a noi
Matteo Renzi
Anche qui il segretario Pd non mostra sorpresa per quanto accaduto: ''Ciò che sta facendo Macron – spiega – era previsto e prevedibile: sta facendo l'interesse del suo Paese, io non ho nulla contro di lui. Il punto è che in Europa occorre andarci a gomiti larghi, sulla questione migranti e non solo". Relativamente a questa vicenda, Renzi vede anche uno spiraglio per l'Italia di avviare battaglie per il proprio interesse nazionale, in altri campi. Macron, spiega l'ex premier, "fa una battaglia su Fincantieri, bene le regole europee lo consentono, consentiranno anche a noi di avere la possibilità di fare battaglie su altre partite". Parole che vanno in una direzione sensibilmente diversa da quelle del Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, ospite a Capalbio Libri, che sulla vicenda Fincantieri-Stx dice: ''Martedì (domani-ndr) c'è un nuovo incontro con i francesi. Vogliamo la maggioranza nell'alleanza Fincantieri-Stx".

E poi al presidente francese Macron non risparmia una stoccata: "Non è certo un campione di apertura. Fa solo gli interessi della Francia. E non è comunque un gioco d'infanzia dove mostriamo i muscoli". Illustrando poi, intervistato da Maurizio Molinari de La Stampa, alcuni passi del suo libro 'Avanti', Matteo Renzi si è poi soffermato sulla questione del centrosinistra e degli equilibri attuali. E le sue parole sono piuttosto chiare, specialmente in relazione a chi è andato via formando altre compagini politiche, sia a chi dall'interno chiede di avvicinarsi a quelle compagini: "Il Pd è l'unica vera grande occasione della sinistra in Europa di vincere. A tutti quelli che si lamentano dentro il Pd dico: fuori non c'è la rivoluzione socialista, o c'è Grillo o un centrodestra che Berlusconi deve decidere se sarà una destra europea o populista".

#renzi #calenda #stx #versiliana
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...