Ius Soli rinviato, Centinaio (LN): "Nessun merito al Papa. Palude Pd grazie a noi"

13 settembre 2017 ore 13:42, Americo Mascarucci
Vittoria della Lega o palude del Pd? Lo Ius Soli affossato in Senato a causa dell'impossibilità per la maggioranza di trovare al momento i numeri necessari per approvare il testo di legge già approvato alla Camera. Il leader del Carroccio Matteo Salvini canta vittoria e c'è chi ritiene che sulla decisione di ritirare lo Ius Soli dal calendario dei lavori possa aver pesato anche la svolta di Papa Francesco che per la prima volta ha parlato di immigrazione sostenibile. Il tutto mentre un sondaggio Demos conferma che il 46% degli italiani percepisce la presenza degli immigrati come un pericolo. Intelligonews ne ha parlato con il capogruppo della Lega Nord al Senato Gian Marco Centinaio.
Ius Soli rinviato, Centinaio (LN): 'Nessun merito al Papa. Palude Pd grazie a noi'

Lo Ius Soli affossato al Senato. E' una vittoria della Lega come sostiene Salvini o piuttosto il Pd che si è impantanato nella palude?

"Sono vere entrambi le chiavi di lettura. E' una vittoria della Lega perché il Pd si è impantanato dopo che la Lega ha presentato 47mila emendamenti bloccando l'aula del Senato. Ma è anche la dimostrazione che il Pd è nella palude non essendo stato in grado di trovare i numeri per far approvare un provvedimento considerato strategico. Avrebbe dovuto mettere la fiducia ma così come si sono messe le cose, anche grazie alle battaglie della Lega, non passerà mai".

L'intervento di Papa Francesco che due giorni fa ha parlato di accoglienza sostenibile e di prudenza sui flussi migratori, può aver giocato un ruolo nella decisione di bloccare lo Ius Soli?

"Assolutamente no, il problema del Pd sullo Ius Soli arriva da lontano, da quando cioè il Pd ha voluto a tutti i costi incardinarlo nel calendario dei lavori parlamentari  prima dell'estate. Poi nella maggioranza si è creata una frattura fra senatori favorevoli e contrari che ha impedito la ricerca dei numeri. Il Papa si è sempre dichiarato a favore dello Ius Soli. Anzi direi che lo Ius Soli è stato fermato, ed è sgradito come dimostrano i sondaggi alla stragrande maggioranza del popolo italiano, nonostante gli inviti di Bergoglio ad approvarlo". 

Un sondaggio Demos certifica che il 46% degli italiani ha paura degli immigrati e considera la loro presenza un pericolo. C'è chi accusa la Lega di aver alimentato certe fobie per puri fini elettoralistici. Come risponde?

"Che non sono per nulla soddisfatto dei risultati di questo sondaggio. Non mi piace che vi siano così tanti italiani spaventati dalla presenza degli immigrati. Colpa della Lega? Direi piuttosto di chi ha gestito l'immigrazione in questi anni, di chi ha trasformato l'Italia  in un centro di accoglienza europeo. Colpa di Alfano, Renzi, Gentiloni che non hanno fatto nulla per limitare i flussi migratori. Basta andare nelle periferie delle nostre città per rendersi conto del perché gli italiani hanno paura dei migranti. La Lega semmai si è fatta portavoce di queste paure ma non le ha certamente alimentate".

Il Pd ha detto che farà di tutto per trovare la maggioranza necessaria a far approvare lo Ius Soli prima della fine della legislatura.

"E noi faremo di tutto per impedire che ciò avvenga. Se poi troveranno i numeri per approvarlo, la Lega farà l'elenco di tutti i senatori che voteranno a favore in modo che gli italiani in campagna elettorale sappiano chi devono ringraziare". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...