Libero don Maurizio Pallù. Il sacerdote rapito: "Litigavano per noi"

18 ottobre 2017 ore 9:53, Americo Mascarucci
E' stato liberato il sacerdote don Maurizio Pallù rapito in Nigeria nei giorni scorsi. Lo ha annunciato il Ministro degli Esteri Angelino Alfano dai microfoni di Radio Capital. "Nella notte l'unità di crisi della Farnesina mi ha comunicato la liberazione di don Maurizio Pallù - ha detto Alfano - il sacerdote sta bene anche se provato non per aver subito violenze ma per l'inevitabile tensione di questi giorni". Il sacerdote era stato rapito il 12 ottobre scorso mentre viaggiava da Calabar a Benin City, nel sud del Paese, con altre quattro persone del luogo. L'auto era stata bloccata da un gruppo di uomini armati che aveva rapinato il gruppo portando via tutti i componenti, non soltanto din Maurizio come si era detto in un primo tempo.
Libero don Maurizio Pallù. Il sacerdote rapito: 'Litigavano per noi'

CHI E'
Don Pallù, originario di Firenze, fa parte della diocesi di Roma. E' membro del Cammino Neocatecumenale e prima di diventare sacerdote è stato missionario laico. Per anni ha viaggiato in varie parti del mondo fino a quando nel 1988 ha deciso di diventare sacerdote. Incardinato nella Diocesi di Roma ha avuto due esperienze da cappellano per poi trasferirsi in Olanda ed in particolare nella diocesi della città di Haarlem. In Nigeria si è trasferito qualche tempo dopo e ha iniziato a lavorare nell'arcidiocesi di Abuja.  

IL RACCONTO
Come riporta La Stampa Don Maurizio nella telefonata di ieri ha raccontato che all’interno del gruppo ci sarebbero state divergenze su quale dovesse essere la sorte delle vittime. In particolare uno dei rapitori, che si vantava di aver già ucciso quattro persone, li minacciava continuamente di morte. Il capo, invece, con il quale Pallù racconta di aver stabilito un buon rapporto, ha deciso invece per la loro liberazione. Probabilmente è stato pagato un riscatto, ma di questo al momento non ci sono conferme. 
Negli ultimi giorni si era temuto che l'eccessiva risonanza mediatica assunta dal rapimento del sacerdote potesse complicare le trattative in corso condotte dall'Unità di crisi della Farnesina nel più stretto riserbo, ma fortunatamente i timori si sono rivelati infondati. L'ex premier e segretario del Pd Matteo Renzi ha chiamato l'arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori per comunicargli l'avvenuto rilascio del sacerdote ed esprimere felicitazione per l'esito positivo delle trattative che hanno riguardato il prete fiorentino. 

#donmaurizio #libero #nigeria
caricamento in corso...
caricamento in corso...