Bankitalia Renzi-Gentiloni, Boschi: "Fisiologiche idee diverse". Scenari su leadership

24 ottobre 2017 ore 15:15, intelligo
Alla fine il sottosegretario Maria Elena Boschi, rispondendo a Democratica a una domanda sulle divisioni tra Pd e governo, ha dovuto chiarire quelle dai più informati vengono definiti come i primi veri scontri in tema di Bankitalia trail premier Paolo Gentiloni e il segretario Pd Matteo Renzi. sul tema banche. "Si possono avere idee diverse sui nomi o sulle scelte, è fisiologico. Ma c'è un grande rispetto. Il Presidente Gentiloni e il segretario Renzi hanno un rapporto personale e politico molto forte. Che non è venuto mai meno e mi sento di poter dire che non verrà mai meno". Questo ufficialmente, nella realtà giornalistica si parla invece di un braccio di ferro vero e proprio sulla sostituzione di Visco. In ballo ci sarebbe la battaglia sulla leadership seocndo Libero. Perchè, pare, che Gentiloni col Quirinale vada molto d'accordo e che abbia anche il sostegno europeo. Punti forza che un tempo appartenevano a Renzi, ma che starebbero sfumando? Tutte illazioni. 
Maria Elena Boschi scansa le chiacchiere e riporta tutti ai fatti: "C'è l'Italia da governare e c'è un centrosinistra da rilanciare specie in questo momento di crisi a livello europeo. Andiamo avanti, avanti insieme", aggiunge.
Bankitalia Renzi-Gentiloni, Boschi: 'Fisiologiche idee diverse'. Scenari su leadership

OPPOSIZIONI
Ma sono anche le opposizioni a farsi sentire ora ."Onestamente non credo che la presenza del sottosegretario Boschi nel consiglio dei ministri che deciderà il destino di Bankitalia possa in alcun modo risultare decisiva. Tuttavia, sul piano dello stile, le consiglierei di astenersi dal presenziare a qualsivoglia decisione governativa in materia di banche, almeno fino all'audizione del dottor Ghizzoni da parte della Commissione parlamentare di inchiesta". A chiedere un passo di lato al ministro è il senatore di 'Idea' Andrea Augello, componente della Commissione d'inchiesta sulle banche. "In questo modo - osserva Augello - eviterebbe di suscitare polemiche che danneggerebbero la sua persona e il governo, che diventerebbero insostenibili qualora Ghizzoni confermasse un suo ruolo diretto, del tutto ingiustificato in base alle deleghe di cui era titolare come ministro, al tempo della crisi di banca Etruria".
Insomma, la "trattativa" sul futuro nome di Bamkitalia e sul caso banche si fa sempre più incandescente per il Pd, che però mantiene . 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...