Venezuela, Parlamento esautorato e Maduro vuole cancellare elezioni

31 marzo 2017 ore 8:12, Andrea De Angelis
Alcuni lo hanno definito un vero e proprio golpe. Secondo altri non si tratta esattamente di questo. In Venezuela la situazione è diventata incandescente, ma c'è da chiedersi come mai per lungo tempo, mesi se non anni l'opinione pubblica internazionale abbia sostanzialmente fatto finta di niente. Esautorare il Parlamento dei suoi poteri potrebbe sì far gridare al golpe, ma lo stesso presuppone solitamente un colpo di scena improvviso e almeno in parte imprevisto. Invece quanto accaduto nel Paese sudamericano non solo stupisce fino a un certo punto, ma probabilmente era per certi versi prevedibile. Chi c'è dietro a tutto questo? Si tratta solo di un vuoto di potere che per essere colmato è arrivato fino alla chiusura della Camera nazionale?

Venezuela, Parlamento esautorato e Maduro vuole cancellare elezioni
LA DECISIONE
Il Tribunal Superior de Justica, la Corte Suprema, ha esautorato dalle sue funzioni l’Asemblea Nacional, il Parlamento controllato per due terzi dall’opposizione al governo di Nicolas Maduro. È l’ultima tappa di uno scontro che dura da oltre un anno, ovvero da quando il leader venezuelano si è insediato. Dal gennaio 2016, la Corte ha annullato sistematicamente tutte le leggi e le decisioni prese dall'assemblea, fino ad arrivare all'escalation odierna che, come detto, per certi versi era prevedibile. La Corte ha giustificato la sentenza parlando di "oltraggio al presidente". Questa la dichiarazione: "Siccome il Parlamento si ribella e oltraggia le deliberazioni del presidente, le sue competenze saranno esercitate direttamente dal Tribunale supremo".

LE CONSEGUENZE
Sono due le conseguenze immediate di quanto successo, oltre ovviamente al fatto che il Paese si trova in questo momento nelle mani di un solo uomo. Da un lato appare scontato il primo obiettivo di Maduro: cancellare le elezioni. La grave crisi economica che sta colpendo la popolazione, con il possibile scenario di una bancarotta disastrosa, ha fatto sì che tutto i sondaggi diano per sconfitto proprio Maduro il quale, di conseguenza, ora farà di tutti per evitare le urne. 
Vi è poi la possibilità concreta che il Venezuela venga sospeso dall'Osa, l'Organizzazione degli Stati Americani, che è riunita in queste ore a Washington per affrontare la delicata questione. 

Venezuela, Parlamento esautorato e Maduro vuole cancellare elezioni
LA SITUAZIONE
La crisi economica in Venezuela sta raggiungendo livelli insostenibili. Non si tratta infatti di una questione che riguarda una ristretta fetta della popolazione, ma di una drammatica realtà per la totalità del popolo venezuelano. Appena dieci giorni fa la stampa internazionale scriveva della "crisi del pane" in Venezuela, salvo poi dover aggiungere subito dopo che la stessa non riguardava solo la carenza di esso, ma anche dei farmaci. Da qui l'appello all'Onu affinché arrivassero e in fretta quelli necessari per bambini e anziani. 
La crisi del Venezuela è drammatica: al quarto anno di recessione in corso, non s’intravede la ripresa e l’inflazione dovrebbe salire al 1.600% nel 2017, quasi il triplo rispetto all'anno precedente. Tra i motivi la svalutazione del petrolio, che rappresenta oltre nove decimi delle esportazioni.

#maduro #golpe #venezuela
caricamento in corso...
caricamento in corso...