Il Governo approva la Manovra, “niente lacrime e sangue e più lavoro”

16 ottobre 2017 ore 17:02, Luca Lippi
Approvata la Manovra dal Consiglio dei Ministri. La legge di Bilancio è una Manovra “snella, utile all’Economia” ha dichiarato a caldo il primo Ministro Gentiloni, sissidiando l’etichettatura data alla stessa dal ministro Padoan che l’aveva definita “efficace e compatta”. Nella conferenza stampa che è seguita dopo il consiglio dei ministri, Paolo Gentiloni ha dichiarato: "Il nostro primo obiettivo era quello di evitare aumenti dell'Iva e l'introduzione di nuove tasse, gabelle, accise. Impegno che è stato mantenuto". Padoan invece è stato piuttosto incisivo nel voler ricordare che non c’è soluzione di continuità con l’operato degli anni precedenti, a tale proposito il titolare del Mef ha dichiarato: "Questa manovra prosegue nel solco tacciato negli anni precedenti: permette di ottenere un rafforzamento della crescita implementando le riforme strutturali del passato e la rimozione delle imposte iniziato"
Il Governo approva la Manovra, “niente lacrime e sangue e più lavoro”

Piuttosto importante l’autorizzazione del consiglio all'esercizio del golden power su Tim. In sostanza arrivano i paletti per Vivendi, che controlla il gruppo tlc al 23,9%. Paletti che riguardano di sicuro le controllate Tim, Sparkle e Telsy.

LE MISURE APPROVATE
Età pensionabile: “C'è una legge in vigore e rispetteremo la legge in vigore” ha detto in proposito il primo ministro, di fatto ha messo una pietra sopra al discorso della sospensione dell’aumento dell’età pensionabile. La legge cui fa riferimento è la Legge Fornero e la questione dibattuta dai sindacati sull’aspettativa di vita. Quindi dal primo gennaio 2019 l'età pensionabile da 66 anni e sette mesi passerà a 67 anni.

Anticipo pensionistico: Gentiloni ha poi precisato: “In manovra ci sono diverse misure, 3 o 4, che riguardano forme di incentivazione degli anticipi pensionistici, l'ape sociale, condizioni particolari delle lavoratrici in Ape sociale, condizioni particolari dei contratti a termine negli anticipi ed altri ancora più specifici”.

Contratti del pubblico impiego: in questa legge di bilancio, era quanto trapelato nei giorni scorsi, si diveva fare qualcosa per dare una risposta al pubblico impiego che ha la contrattazione ferma da anni senza alcun rinnovo. A tale proposito Gentiloni ha tenuto a sottolineare che  bisognava “mantenere l'impegno preso per il rinnovo, finalmente dopo quasi dieci anni, dei contratti del pubblico impiego. Un risultato che certamente è importante ed è una risposta a richieste avanzate da tanti anni delle organizzazioni sindacali”. 

Lavoro: la promozione del lavoro era ed è rimasto il caposaldo delle manovre degli ultimi anni. Gentiloni ha detto: “Questa legge di bilancio contribuisce in modo significativo in particolare con misure rivolte ai giovani, che insieme al mezzogiorno hanno sofferto in modo più evidente. Sarà un bilancio utile per sostenere il percorso della crescita e proseguire nel percorso di stabilizzazione finanziaria del nostro Paese. Credo sia evidente che le riforme avviate dal governo Renzi e che noi abbiamo proseguito e soprattutto l'impegno di lavoratori, imprese, famiglie, hanno contribuito, con il contesto internazionale favorevole, a una situazione molto più positiva”. Il ministro Padoan ha poi specificato che per “aggredire lo zoccolo duro della disoccupazione dei giovani” con la manovra arriva “una decontribuzione importante, che in una prima fase” riguarderà “i giovani fino a 34 anni. Il ministro dell’Economia ha voluto concentrare gran parte delle risorse sui giovani e sull’occupazione, ed è Per questo che ha tenuto a voler sottolineare l’arrivo di “oltre 1.500 ricercatori Università” e dà “un segnale molto chiaro: dopo molti anni si torna a dare linfa vitale all'Università, il Paese può e deve investire in capitale umano”.. 

IMPEGNO SOCIALE
Altro obiettivo della manovra era quello di affrontare “alcuni aspetti più critici sul piano sociale» e interveniamo «rafforzando le misure sulla povertà, siamo intervenuti con il decreto sulle crisi aziendali, rilanciamo progetti di riqualificazioni delle periferie, introduciamo misure per la famiglia e ulteriori configurazioni di anticipi pensionistici”. 

PADOAN HA VOLUTO CHIARIRE
Padoan in conferenza stampa, al termine del Consiglio dei ministri, ha dichiarato: “Con la manovra c'è un punto di svolta nell'economia italiana che mette risorse e indirizzi che rafforzano questa direzione. Le risorse sono limitate ma siccome noi riteniamo che siano ben indirizzate avranno un'efficacia maggiore che rafforzerà la crescita”.

#LeggediBilancio #Gentiloni #Padoan #Approvata #Dichiarazioni #Scheda  
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...