Enel 'risbarca' in Etiopia: investimento e obiettivi strategici

23 ottobre 2017 ore 16:49, Luca Lippi
Enel pronta a conquistare Metehara (Oromia, Etiopia). L’azienda italiana leader nel settore del fotovoltaico si insedia nella regione dopo una gara che la vede protagonista consorziata con Orchid Business Group per rispondere alle esigenze di implementazione delle politiche di produzione di energie rinnovabili del governo etiope. All’opera, dunque, l’italiana Enel  Green Power (la divisione rinnovabili di Enel) e Orchid Business Group (impresa di costruzioni con sede in Addis Abeba). Il progetto, è sviluppare una piattaforma fotovoltaica da 100 MW a completamento del progetto Growth and Transformation Plan del governo etiope.
Enel 'risbarca' in Etiopia: investimento e obiettivi strategici

INVESTIMENTO
Enel  Green Power entra in campo mettendo sul piatto 120 milioni di dollari in tecnologia per onorare la gara di appalto vinta. L’obiettivo è quello di accelerare ed ottimizzare la capacità di autonomia etiope che mira al raggiungimento di 12.000 MW di nuova capacità idroelettrica, eolica, geotermica e solare per sostenere la crescente domanda di elettrificazione del Paese. L’amministratore delegato di Enel  Green Power, Antonio Cammisecra, ha commentato: “L'Etiopia ha tutto il potenziale necessario per diventare un mercato chiave nella strategia di Enel  in Africa". Il ceo di Green Power ha aggiunto: "Il Paese è ricco di fonti rinnovabili che possono generare energia a costi accessibili grazie alle moderne tecnologie verdi. Inoltre, l'Etiopia vanta un quadro normativo stabile, basato su gare d'appalto e PPA, e una crescita costante della domanda energetica, sostenuta anche da un piano di lungo periodo per l'elettrificazione del Paese".

POSIZIONAMENTO DELL’OPERA
L’impianto sarà edificato su un’area già individuata che gode di elevati livelli di irradiazione solare. Quest’area si trova a 200 chilometri da Addis Abeba e si chiama Metehara, nella regione di Oromia. L’entrata in servizio dell’impianto è prevista per il 2019 e a pieno regime potrà generare 280 GWh l’anno facendo risparmiare 296.000 tonnellate di emissione di CO2.

STRATEGIA ESPANSIVA DI ENEL
L’ultimo appalto rientra nella strategia di Enel di ‘colonizzare’ le zone strategiche del pianeta imponendosi come punto di riferimento per la trasformazione dalle tradizionali e obsolete forme di produzione energetica, in piattaforme più pulite e performanti. Sempre l’amministratore di Enel Green Power, Cammisecra ha sottolineato (intervistato dalla Stampa) che l’obiettivo più importante sono sicuramente gli Stati Uniti. Tuttavia, sono già pronti diversi accordi prossimi a essere ufficializzati, di un impegno di Enel Green Power nell'area asiatica, per la quale l’azienda italiana ha già pronte le risorse per effettuare importanti investimenti produttivi. Il Vietnam e l'Indonesia sono le aree di avanzamento già nei piani di Enel e intanto sono in fase di ultimazione le strategie di espansione anche in Africa e in particolare in Senegal.
In forte sviluppo anche i progetti già in gran parte elaborati, di espansione in America latina, in particolare Brasile, Cile e Colombia. Il pregetto di espansione di Enel Green Power, così come presentato dal Ceo alla Stampa, sarà all’ordine del giorno del prossimo Capital market day (in programma alla fine di novembre) del gruppo Enel. Comincia a diventare anche un interessante strumento di risparmio per chi valuta la strategia di Enel vincente.

#Enel #GreenPower #Strategia #Fotovoltaico #Etiopia

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...