La piccola Estonia fa tremare l'Euro: pronta la doppia moneta "Estcoin"

24 agosto 2017 ore 15:41, Giuseppe Tetto
L’Euro comincia a traballare. A fara scricchiolare il tavolo su cui regge la moneta unica è stato il piccolo stato dell’Estonia dove il direttore del programma nazionale estone di cittadinanza digitale (e-residency), Kaspar Korjus, ha proposto al governo di emettere una criptovaluta sulla falsariga del bitcoin per finanziare ulteriormente la digitalizzazione del Paese baltico. L’Estonia è ormai nota per la sua voglia digitale: solo due anni fa, infatti, ha lanciato l’e-residency (residenza digitale): a partire dai 15 anni si può ottenere la carta d’identità digitale — non un vero documento d’identità — che dà accesso online a oltre quattromila servizi, tra cui firmare digitalmente documenti e contratti, aprire un’impresa in Estonia, dichiarare e pagare le tasse. 

La piccola Estonia fa tremare l'Euro: pronta la doppia moneta 'Estcoin'
COSA SONO GLI ESTCOIN
Adesso il piccolo stato dell’est potrebbe diventare il primo al mondo a emettere cripto-moneta da ribattezzare “estcoin” per finanziare un ulteriore sviluppo della sua infrastruttura digitale. Le "estcoins" dovrebbero essere riservate ai partecipati al programma e-Residency, che prevede la possibilità di concedere la cittadinanza elettronica a tutti i cittadini del mondo. Secondo Korjus, "le identità digitali sicure usate dagli e-residenti sono il meccanismo ideale per commerciare in modo sicuro crypto-asset in un ambiente digitale affidabile e trasparente. Le monete non possono essere contraffatte e il controllo del governo significa che non possono essere usate per attività illegale". “Gli estcoin – ha spiega Korjus - non potranno essere contraffatti né potranno essere utilizzati per attività illegali”. Questo perché il nuovo strumento si serve della tecnologia blockchain che caratterizza tutte le criptovalute. In pratica, con il proprio denaro si acquista una sequenza di stringhe che riporta l'elenco delle transazioni precedenti e con la quale si possono effettuare una o più transazioni una volta che da altri punti della Rete sia stata riconosciuta la validità dell'acquisto proprio allo scopo di evitare truffe. Tuttavia, solo nel corso del tempo “le Estcoins potrebbero essere anche accettate come pagamento sia per i servizi pubblici che privati — ha precisato Korjus — ed eventualmente funzionare come una moneta affidabile usata a livello globale”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...