Spesometro 2017 di proroga in proroga: 16 ottobre nuova data

03 ottobre 2017 ore 10:10, Micaela Del Monte
I continui problemi al sito e l'insorgere dei commercialisti avrebbero convinto Agenzia delle Entrate e Tesoro a prorogare nuovamente lo spesometro. La comunicazione dovrebbe arrivare proprio oggi e la data prevista è quella del 16 ottobre. Già la scorsa settimana infatti, in seguito al down del sito dello spesometro e ai problemi di privacy, la data era stata posticipata al 5 ottobre. 

Spesometro 2017 di proroga in proroga: 16 ottobre nuova data
A ribellarsi apertamente all'"intoppo" che aveva costretto molti professionisti a non lavorare e a sperare proprio nella proroga erano stati proprio le associazioni dei commercialisti ed esperti contabili, il 25 settembre con un comunicato stampa, avevano infatti manifestato le loro difficoltà chiedendo “una congrua proroga della scadenza, che sia concessa in brevissimo tempo ed immediatamente resa pubblica attraverso adeguati strumenti di comunicazione, sempre ed in ogni caso con ampia tolleranza nei riguardi di tutte le mancate conformità riconducibili alle difficoltà evidenziate.”

 Dal canto suo l'Agenzia delle Entrate aveva risposto con un comunicato stampa in cui annunciava la prima proroga sullo Spesometro 2017: “In considerazione dei disagi sopravvenuti, con provvedimento del direttore di Agenzia delle entrate in corso di emanazione, saranno ritenute tempestive le comunicazioni relative ai dati delle fatture presentate entro il 5 ottobre 2017. Inoltre, gli uffici dell’Agenzia, ove riscontrino obiettive difficoltà per i contribuenti, valuteranno la possibilità di non applicare le sanzioni per meri errori materiali e/o nel caso in cui l’adempimento sia stato effettuato dopo il 5 ottobre, ma entro i 15 giorni dall’originaria scadenza”.

Come riporta il Sole24Ore oltre alla proroga del termine i tecnici del Mef e delle Entrate sono alle prese su come intervenire, in via regolamentare o con una norma di legge, per la disapplicazione delle sanzioni in caso di errori o inadempienza per questo primo invio dei dati delle fatture Iva, un po' sulla falsariga di quanto già fatto per il primo anno dell'invio dei dati da parte dei soggetti terzi per la dichiarazione precompilata.
caricamento in corso...
caricamento in corso...