Il Papa intervenga, troppa crudeltà contro Charlie Gard. Hitler è tornato

28 giugno 2017 ore 12:20, Fabio Torriero
Santità,
- viene perseguitato e ucciso un cristiano nel mondo ogni 6 minuti (dato 2016);
- 600 milioni di cristiani non possono professare liberamente la loro fede (sempre nel mondo);
- 56milioni di aborti ogni anno nel mondo (numeri Oms) e 90mila in Italia. Ultimi rilevamenti statistici (che certificano una diminuzione rispetto al passato), comunicati e pubblicizzati, ovviamente dai media laicisti, come se fosse un successo della prevenzione e della maturità individuale dei cittadini; in realtà una mostruosità, se aggiungiamo le 400mila pillole del giorno dopo, vendute soltanto in un anno da noi, che portano la cifra a livelli drammaticamente esponenziali (da campi di concentramento).
- Si uccidono o vendono i bambini per egoismo, cultura ludica, cultura dello scarto e in omaggio al primato dell’economia (il mito del benessere). In compenso, si idolatrano gli animali, elevandoli a idoli: la disumanizzazione dell’umanità è inversamente proporzionale all’umanizzazione degli animali e delle cose (gli oggetti di consumo).
- Si usano parole sentimentali e compassionevoli per legittimare unicamente una cultura nazista di morte: la droga fa quasi bene, è curativa; l’aborto è maternità responsabile, l’utero in affitto è maternità surrogata, si eliminano i disabili nel nome e nel segno di un’idea ideologica di vita (la vita meritevole di essere vissuta), decisa da agenti esterni alla famiglia (medici, lo Stato, le istituzioni): meglio una morte felice che una vita di sofferenza (la dolce morte, in realtà eutanasia). Un messaggio devastante, rovesciato, ma purtroppo lo sappiamo, il male è un bene deviato.
Il Papa intervenga, troppa crudeltà contro Charlie Gard. Hitler è tornato
Santità, Lei che ha definito il gender un “errore della mente”, fermi questo terribile errore della mente umana, che si mette al posto di Dio, decidendo chi deve nascere e chi deve morire, secondo schemi che attengono alla mente dell’uomo. E lo fa per “il bene” di tutti.
Santità, intervenga perché il piccolo Charlie, possa finire i suoi giorni naturalmente, secondo le regole della natura che Dio ha stabilito e vicino ai suoi genitori, con le loro carezze. Non secondo le fredde norme mediche giustificate, nel nostro caso, dalla burocrazia liberale e soggettivista della Corte Europea dei diritti dell’uomo. Di quali diritti dell’uomo stiamo parlando? Di vivere o di morire?
Indaghi e approfondisca le ragioni che hanno spinto la Corte a decidere sulla soppressione del piccolo: “Il bambino è esposto a continuo dolore e sofferenze”… quindi per non farlo soffrire meglio ucciderlo (la verità va chiamata per nome), staccando la spina.
Santità, impedisca che questo diritto semmai venga tolto alla famiglia di Charlie, che tra l’altro si è espressa contro tale dolorosa scelta. Non abbandoni i genitori di Charlie al dolore, alla solitudine di un falso buonismo e di una falsa misericordia. Alla fine della speranza, che è una virtù cristiana.
Charlie è comunque già in cielo, l’inferno è sulla terra. Si chiama nazi-buonismo.

 #charliegard #gb #cortedirittiumani
caricamento in corso...
caricamento in corso...