Catalogna, il discorso di Re Felipe VI alla Nazione - VIDEO

03 ottobre 2017 ore 21:22, Micaela Del Monte
Questa sera è arrivato il momento di rompere il silenzio e il Re Felipe VI ha finalmente deciso di dire la sua sulle questioni che hanno colpito il suo Paese in questi giorni. La violenta repressione a seguito del voto di indipendenza della Catalogna ha infatti suscitato non poco scalpore, sia in Spagna che nel mondo, generando reazioni e riflessioni di ogni tipo.
Catalogna, il discorso di Re Felipe VI alla Nazione - VIDEO
A cercare di mettere in chiaro la situazione che si sta verificando nel Paese iberico dunque sarà il giovane Re che ha ora il compito arduo di gestire, almeno mediaticamente, tutto quello che sta accadendo e che potrebbe accadere in Spagna nelle prossime ore. Alle 21 (ora locale) il Re parlerà in diretta Tv alla Nazione. Il discorso arriva al termine della giornata di sciopero nazionale indetto dalla Catalogna contro la repressione attuata dal governo di Rajoy per impedire il referendum sull'Indipendenza di domenica scorsa, giudicato incostituzionale. Il voto ha visto la netta affermazione dei Sì, oltre il 92%, ma ha votato solo il 42% degli elettori catalani potenziali.

In questi giorni concitati anche noi di IntelligoNews abbiamo sentito tante voci, tra cui quella del giornalista e scrittore Marcello Veneziani e quella del giornalista Giulietto Chiesa. Nei giorni scorsi anche il nostro direttore Fabio Torriero aveva espresso il suo punto di vista con un editoriale

LE PAROLE DEL RE
"Intendiamo rispettare la costituzione perché è la legge che protegge le istituzioni storiche", queste le parole del Re Felipe VI in diretta. Le autorità catalane "hanno violato i principi democratici dello stato di diritto" con una "slealtà inaccettabile" ha continuato il Re nel suo breve discorso, alle 21 di martedì 3 ottobre, come riportato dal Corriere.it. "Oggi la società catalana è divisa. Queste autorità catalane hanno spezzato affetti e la solidarietà che unisce i sentimenti degli spagnoli" ha continuato Felipe di Spagna.

caricamento in corso...
caricamento in corso...