Crozza introduce il reato di italianità: "Fiocco e avviso di garanzia ai neonati". VIDEO

13 gennaio 2016 ore 11:19, Andrea De Angelis
La copertina di Crozza della puntata di ieri, martedì 12 gennaio, di "Di martedì" ha toccato numerosi punti, come abitudine, dell'attualità politica. Si è iniziato con Razzi e la bomba all'idrogeno coreana, dove "H sta per anche per hotel ed ospedale". Un dittatore che "conosce, gli si può stringere la mano, poi se va in cantina a tirare qualche bomba..." e così si finisce al "vino biodinamico". 

Non mancano poi gli auguri per il nuovo anno, "Buon 2017", con "Raiuno che ha anticipato il Capodanno di un minuto, e ora La7 lo anticipa di 11 mesi". Perché in Italia c'è "l'ora solare, l'ora legale e l'ora di Amadeus". Ma che anno potrà essere il 2016? "Un anno in cui ti prendono per il culo ancor prima che inizi". Un anno in cui sparisce "il Senato, l'Imu e... il Movimento 5 Stelle". Così si inizia a parlare dei grillini, dell'espulsione della Capuozzo per infiltrazioni della camorra. "In Italia abbiamo il problema dei clan, ma ce la prendiamo con i clandestini". Quindi la proposta: "Togliamolo il reato di clandestinità, mettiamo quello di italianità. Appena nasci se sei italiano sulla porta insieme al fiocco ti mettono un avviso di garanzia e al posto della bambinaia un avvocato". 
Quindi il finale è per le riforme: "Renzi ci crede, questa è la madre di tutte le riforme". E poi: "La riforma è la madre, e il padre? Speriamo non sia quello della Boschi". 


caricamento in corso...
caricamento in corso...