Napolitano piccona la Boldrini. Sindaca e ministra? "Parole orribili e abominevoli"

16 dicembre 2016 ore 13:26, intelligo
Napolitano non ci sta, definisce "orribili e abominevoli" rispettivamente le parole Ministra e sindaca volute tanto dalla presidente della Camera Laura Boldrini. Sembra un video innocuo, ma c'è tutto il suo piglio e anche un po' di ironia nelle parole del presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano e la presidente della Camera Laura Boldrini. Proprio lei che era scesa in campo in questi giorno a difesa della collega Valeria Fedeli e riguardo al suo caso sulla finta laurea aveva mostrato solidarietà così su twitter: "Proposta legge #educazionedigenere scuole,avanzata da tanti gruppi,serve a prevenire #violenza #donne. Solidarietà a ministra @valeriafedeli".

Napolitano piccona la Boldrini. Sindaca e ministra? 'Parole orribili e abominevoli'

Ma "l'errore della Boldrini" per Napolitano non sarebbe stato questo, piuttosto quel riferirsi alla collega incaricata come a una Ministra". Sembra una minestra? Evidentemente a Napolitano non piace, e nel salutare la ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli (che oggi è ancora nelle polemiche, dopo la laurea tocca alla Maturità tutta da dimostrare) alla consegna dei riconoscimenti del premio letterario De Sanctis, Napolitano ha detto: "Valeria non si dorrà se insisto in una licenza, quella di reagire alla trasformazione di dignitosi vocaboli della lingua italiana nell'orribile appellativo di ministra o in quello abominevole di sindaca". 
E che dire? La pensano tutti come Giorgio, da qui tanti applausi tranne quello della stessa presidente di Montecitorio Boldrini, che non molla la sua battaglia: "Per il presidente Napolitano ho il massimo rispetto ma la società cambia. E io credo che i nomi si debbano declinare. Convincerlo? Ha detto che non ci dobbiamo neanche provare, ma d'altronde siamo in democrazia"...
Così si dice, almeno.


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...