Driver di Uber in bancarotta: la VIDEO accusa contro il Ceo che si scusa

02 marzo 2017 ore 16:56, Luca Lippi
Travis Kalanick, co-fondatore e attuale amministratore delegato di Uber è piuttosto sotto pressione in questi ultimi tempi. Di Uber se ne sente parlare abbastanza in questi giorni, soprattutto per i problemi che ci sono con il servizio di autonoleggio ormai noto ovunque. Ai problemi in Europa, e nelle ultime ore particolarmente sentiti in Italia, non mancano i problemi anche negli stati Uniti.
Negli Usa ci sono state tante polemiche sulla decisione di Travis Kalanick  di fare parte dei consulenti del presidente Trump , oltre a molte cause da parte di autisti e aziende concorrenti. 

Driver di Uber in bancarotta: la VIDEO accusa contro il Ceo che si scusa

Tuttavia, è successo che a Houston, Travis Kalanick dopo avere assistito al Super Bowl di football americano, utilizzando la sua app per chiamare un’auto del servizio Uber Black e farsi riportare a casa, si è trovato a quattrocchi con un autista di 37 anni,  Fawzi Kamel, che lavora per Uber dal 2011 e come molti (taxisti o autisti di auto a noleggio) ha installato all’interno dell’abitacolo una piccola telecamera per tenere sotto controllo quello che succede nell’auto.
L’autista riconoscendo il Ceo di Uber, esprime il suo disappunto per le politiche di prezzi bassi che gli avrebbe procurato la perdita di 97 mila dollari e di essere in bancarotta per causa sua e delle politiche dell’azienda. 
Travis Kalanick reagisce piuttosto vibratamente alle parole dell’autista, e la telecamera riprende tutta la ‘conversazione’.
Lo ‘scambio’ è stato trasmesso da Bloomberg in una selezione dell’intera registrazione che riportiamo.
Travis Kalanick, non ha potuto fare altro che chiedere pubblicamente scusa. E impegnandosi a “crescere”, si dice “imbarazzato” dal suo comportamento. Un’ammissione pubblica dopo l’ennesima grana per l’app di auto con conducente.




autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...