Renzi in Borsa per la quotazione della Ferrari: il VIDEO

04 gennaio 2016 ore 11:20, Lorenzo Ursica
«Finalmente l’Italia c’è», ha detto il premier Matteo Renzi, dopo il tradizionale «in bocca al lupo». «Non dobbiamo più avere paura dei mercati, se ci mettiamo in pista siamo i più bravi del mondo». Per Renzi la quotazione a Milano di Ferrari, dopo quella di New York, «è un gesto importante che credo debba essere seguito da altre realtà quotate fuori». «L’Italia deve smetterla di giocare con gli alibi, con i tentativi di giustificare le mancanze del passato. L’Italia finalmente c’è. I problemi in agenda nel 2015 non ci sono più, sono stati affrontati. La politica deve fare molto anche nel 2016, ma con la consapevolezza che l’Italia c’è e non deve aver paura del mondo. Questo è il messaggio che ci deve dare la quotazione Ferrari». 
Al termine del discorso di Renzi, in Borsa c’è stata una standing ovation. Subito dopo il presidente della casa automobilistica, Sergio Marchionne, gli ha consegnato un modellino della Ferrari di Formula 1.




 Il titolo di Maranello ha aperto le contrattazioni a 43 euro, è subito entrato in asta di volatilità e quindi è stato sospeso dalle contrattazioni a 41,75 euro, poi alle 9.45 è rientrato agli scambi. L’avvio di seduta è stato in netto calo per Piazza Affari, in linea con le altre borse europee che scontano il tonfo dell’azionario cinese.


caricamento in corso...
caricamento in corso...