#Romarisorgi, Appio-Tuscolano pieno di rifiuti. I cittadini non sono raggi-anti [VIDEO]

04 ottobre 2016 ore 16:40, Andrea De Angelis
Cento giorni. Anzi, poco più. Tanti ne sono passati da quando la città di Roma ha eletto il suo nuovo sindaco. La prima prima cittadina, tanto per fare un gioco di parole. Con una promessa: "Roma pulita entro il 20 agosto". Mantenuta, forse, per qualche ora. Al massimo giorno. Ora l'emergenza rifiuti (altro gioco di parole, visto che sarebbe meglio usare i termini "questione" o "problema") è di nuovo presente. E noi di IntelligoNews continuiamo la nostra campagna sotto l'hashtag #Romarisorgi. Perché l'imperativo è d'obbligo. Doveroso.

I cittadini sono stanchi. Lo si evince dalle due voci raccolte nel nostro breve reportage, registrato all'ora di pranzo del 4 ottobre. Due donne, una giovanissima, l'altra adulta, accomunate da un unico problema: questa città così è invivibile. La prima, studentessa campana, paragona la capitale alla sua provincia, Salerno, nonché a Napoli. Il risultato è tristemente intuibile. La seconda si chiede cosa possano pensare i turisti quando arrivano in una città ridotta così male. 

#Romarisorgi, Appio-Tuscolano pieno di rifiuti. I cittadini non sono raggi-anti [VIDEO]
Nelle immagini vedrete materassi abbandonati vicino agli alberi, carrelli della spesa arrugginiti lasciati affianco ai secchioni, e ancora bottiglie di birra nelle erbacce, cartoni, buste di plastica. Tutto questo non nell'estrema periferia, ma in uno dei quartieri più noti e abitati della capitale: l'Appio-Tuscolano. A due passi, per chi non conosce bene Roma, dalla famosa piazza San Giovanni. 

Il video: 

caricamento in corso...
caricamento in corso...