Parigi, guerriglia anti Jobs Act: vetri spaccati e fuoco contro la polizia - VIDEO

20 maggio 2016 ore 10:21, Lorenzo Ursica
Abbiamo già raccontato come a Parigi la protesta dei giovani contro la riforma sul lavoro sta procedendo con rivolte che mettono a fuoco e fiamme la città. Con François Hollande che non torna indietro sul suo Jobs Act. Che però, a differenza di quanto avvenuto col suo omologo italiano, ha suscitato proteste feroci, anche con incidenti. Ma l'Eliseo punta i piedi: “Non torno indietro. Questo legge passerà, perché è stata discussa, emendata e corretta. Non cederò perché troppi governi hanno già ceduto... Perché io stesso, in circostanze non facili, ho trovato un compromesso, un equilibrio, perché i sindacati riformisti appoggiano questo testo e c'è una maggioranza di socialisti che sono favorevoli”. 

La riforma intende rendere più flessibile il mercato del lavoro in entrata e in uscita, ridurre il costo dei licenziamenti e la discrezionalità dei giudici sulle indennità. Sulle 35 ore, invece, c'è stata una marcia indietro, dato anche il valore simbolico che questo argomento ha per la sinistra francese. Proprio mercoledì  sono avvenuti scontri violentissimi in città durante il corteo organizzato da sindacati e studenti. La polizia ha usato i gas lacrimogeni e e ora la guerriglia urbana è "visibile" in un video. Ecco l'attacco alle forze dell’ordine.




caricamento in corso...
caricamento in corso...