Flavio Insinna a Carta Bianca, quando la toppa è peggio del buco per il web [VIDEO]

31 maggio 2017 ore 16:32, Micaela Del Monte
Negli ultimi giorni Striscia la Notizia ha deciso di fare luce su diverse vicende relative l'attore Rai Flavio Insinna che ieri sera è stato nuovamente ospite di Bianca Berlinguer a Carta Bianca Proprio la precedente e virale partecipazione al talk di RaiTre, un paio di mesi fa, pare sia stata la causa scatenante dell’attacco di Striscia la Notizia e Antonio Ricci nei confronti del conduttore romano, con tutto l’armamentario di audio rubati, fuori onda, insulti. Insomma tutto quello che stiamo scoprendo in questi giorni.

Flavio Insinna a Carta Bianca, quando la toppa è peggio del buco per il web [VIDEO]
Quello di ieri sera è stato praticamente un monologo di 50 minuti, un flusso di coscienza in cui Insinna ha di fatto ripetuto quanto aveva già detto in una diretta video su Facebook qualche giorno fa e martedì sul Corriere della Sera, intervistato da Tommaso Labate. Precisazioni, repliche, difese e contrattacchi sono visibili nell'intervista integrale a questo link.

"Questo Paese non ti perdona il merito, il talento e la leggerezza" ha detto Flavio Insinna nella sua prima apparizione in Tv da quando sono iniziati gli attacchi frontali da parte di Striscia la notizia sui fuorionda rubati dal programma Affari tuoi. Il conduttore ha scelto di sfogarsi dagli studi di Cartabianca, la stessa trasmissione nella quale lo scorso marzo aveva detto: "Vorrei vivere in un paese gentile". Quelle dichiarazioni erano state più volte riprese dal programma di Antonio Ricci prima di trasmettere le sfuriate del conduttore Rai contro concorrenti e collaboratori, a suon di insulti e attacchi verbali diventati tormentoni del web come "nana di merda", riferito a una concorrente della Valle d'Aosta. "La violenza contro di me - ha aggiunto Insinna - inizia dopo il successo in questo programma, una violenza che non ha precedenti". Insinna è un fiume in piena, la Berlinguer prova in tutti i modi a fargli qualche domanda, il conduttore non si ferma mai e continua: "Ho tanti difetti, ma non mi sono mai nascosto. Mi scuso con la signora, ma la prima cosa che ho fatto è che mi assumerò tutte le responsabilità".

Sul web il caso Striscia-Insinna ha dominato le conversazioni sui social e la homepage dei siti di informazione per giorni e giorni. Non sono mancati gli attacchi contro Insinna, insulti e minacce: "Uscite da dietro i computer con tutto quel veleno, non serve - ha detto a chi lo ha attaccato - Questa campagna di odio sta banalizzando il bene". Per quanto non sia stato messo in discussione dalla Rai, Insinna ne ha anche per la sua azienda: "Ho sempre difeso il mio lavoro. La Rai e questo Paese deve ritrovare il coraggio. Gli operati di Affari tuoi mi hanno detto che non hanno mai lavorato con una persona più onesta e appassionata di me. Mi vergogno, mi vergogno, mi vergogno... ma io difendo la cultura del lavoro".
 
caricamento in corso...
caricamento in corso...