Si ribella a velo e madre, lei la rasa a zero: ma non era prima volta

01 aprile 2017 ore 16:44, Americo Mascarucci
Rasata a zero dalla madre perché si ostinava a non indossare il velo. E' la terribile punizione toccata ad una 14enne del Bangladesh che frequenta una scuola media a Bologna, e che ha osato ribellarsi all'integralismo religioso della sua famiglia. La ragazzina si sentiva a disagio in classe ad indossare il velo che le sue compagne non avevano. Sapendo perfettamente però che per i suoi genitori coprire il capo era un obbligo, s i toglieva il velo prima di entrare in classe per poi tornare ad indossarlo prima del rientro a casa. E per un certo periodo l'inganno è riuscito.
Poi però la madre lo ha scoperto e ha deciso di punirla: e siccome alla figlia piaceva sfoggiare la sua chioma ecco la punizione esemplare: rasarla a zero. 
Si ribella a velo e madre, lei la rasa a zero: ma non era prima volta

Va detto che di punizioni esemplari da parte di genitori islamici integralisti verso le figlie ribelli se ne sono viste di peggiori: ci sono stati padri che hanno sfigurato le proprie figlie con l'acido o altri che le hanno addirittura sgozzate. Ma rasare a zero una ragazzina di 14 anni non è certo meno che sfigurarla.
Quando è arrivata a scuola e l'insegnante ha notato che non aveva più i capelli le ha chiesto conto del perché fosse stata rasata. Sul principio ha abbozzato qualche giustificazione poco convincente, fino a quando convinta dalla professoressa ha deciso di raccontare in lacrime la verità. 
Dell'accaduto è stata prontamente informata la preside dell'istituto che ha avvisato i Carabinieri. I militari hanno ascoltato la ragazzina che ha raccontato altri particolari di come veniva trattata in famiglia. Insomma la rasatura non sarebbe stata l'ultima umiliazione cui era stata sottoposta. Già in passsato la donna l'aveva punita tagliandole alcune ciocche e minacciandola di rasarla se non avesse indossato il velo. 
La madre l'avrebbe infatti più volte picchiata ed insultata soprattutto perché la figlia pare desse troppa confidenza alle sue compagne di classe. Sono stati allertati anche i servizi sociali ai quali, a un primo controllo, quel nucleo familiare risultava sconosciuto.
I genitori sono stati denunciati per maltrattamenti in famiglia nentre i servizi sociali, d'intesa con la Procura, hanno allontanato la ragazzina insieme alle sorelle dalla famiglia e trasferita in una struttura protetta.
Anche le sorelle infatti pare venissero costrette ad indossare il velo e a non parlare con le compagne di classe ma loro, a differenza sua, si sarebbero adeguate alla volontà della madre.Gli inquirenti stanno svolgendo ulteriori indagini per capire se anche le altre figlie possano aver subito violenze analoghe. Una vicenda che la dice lunga su quanto in certi ambienti l'integrazione resti purtroppo una chimera. 

#rapataazero #madre #velo

caricamento in corso...
caricamento in corso...