Tuffo in mare dopo il tatuaggio, si infetta: 31enne muore "divorato" - FOTO

01 giugno 2017 ore 16:13, intelligo
Fare un tatuaggio non è un gioco. Bucare la pelle, nemmeno. Un 31enne spagnolo ha sottovalutato il significato di questa pratica ed è morto dopo un solo tuffo in mare. D'altronde appena fatto il taii, il tatuatore consiglia di coprire la parte e non effettuare pratiche che possano infettare la parte. Un semplice bagno in mare con la pelle tatuata da pochi giorni può portare alla morte. Nel caso specifico al ragazzo era stato detto chiaramente di non fare bagni al mare o in piscina prima di 2 settimane. Un divieto chiaro ma che l'uomo non ha seguito. Una volta bagnato è iniziato un processo di sepsi, e la ferita creata non si è più rimarginata, rimanendo profonda e purulenta. Colpa di un un batterio mangiacarne che ha iniziato a divorargli la pelle e contratto nelle acque del Golfo del Messico, come riporta il
Tuffo in mare dopo il tatuaggio, si infetta: 31enne muore 'divorato' - FOTO
Daily Mail. All'inizio ha avuto la febbre con l'area del tatuaggio arrossata, poi una volta aperta la ferita è corso in ospedale ma tardi, dopo alcuni giorni.
Ormai era partito una grave forma di cirrosi nell'uomo, rimasto senza difese immunitarie ed esposto alle infezioni. I focolai di infezione gli hanno preso tutta la gamba fono a quando le sue condizioni si sono aggravate portandolo all'agonia dopo due mesi di cure e terapie anche antibiotiche. La sepsi ha provocato alla fine una serie di collassi e per l'uomo non c'è stato più nulla da fare. 

COSA FARE DOPO UN TATUAGGIO:  La cura del tattoo nelle ore successive alla sua esecuzione è molto importante: occorre evitare il rischio di contrarre infezioni, con la ferita fresca la pelle è potenzialmente infettabile. Va tenuta pulita ed quattro ore dall’esecuzione è necessario rimuovere la pellicola e lavare accuratamente il tattoo con acqua fresca e sapone neutro. L'asciugamano deve essere pulito e, dopo aver fatto respirare la pelle per qualche minuto, si può mettere uno strato di crema (specifica) su tutta la superficie.
Non sarà più indispensabile ricoprire nuovamente il tatuaggio con la pellicola. Meglio lasciarlo a contatto con l’aria. La sera, prima di andare a dormire, lavatelo e cospargetelo di nuovo di crema.
Tuffo in mare dopo il tatuaggio, si infetta: 31enne muore 'divorato' - FOTO
I giorni successi, quindi dal secondo giorno in poi, dovrete continuare a mettere la crema (uno strato sottile 3 o 4 volte al dì e almeno per 10 giorni. Vedrete la pelle morta seccarsi e fare le crosticine. Avrete evitato così irritazioni e bruciori come i pruriti.

COSA EVITARE DOPO TATOO: Evitate di esporre il tatuaggio ai raggi solari, alle lampade abbronzanti, all’acqua di mare, alla sabbia e alle piscine ed evitate le saune.
Evitate anche di sottoporre la parte interessata a sollecitazioni o a stress, niente sport per un po'.
Non utilizzate creme idratanti profumate o creme come il Gentalyn Beta, che serve solo in caso di infezioni, e indossate, direttamente a contatto con il tattoo,. Indossate solo il cotone a contatto con la pelle tatuata. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...