La Francia paga chi pedala: 1 euro ogni 4 chilometri

01 ottobre 2015, Andrea De Angelis
Paese che vai, stile che trovi. C'è chi non rinuncerebbe alle due ruote per qualunque cifra al mondo (pensiamo agli olandesi), chi viene chiamato "marziano" quando prova a proporre le biciclette nella sua città (ogni riferimento non è puramente casuale) e chi addirittura paga i suoi connazionali che si recano a lavoro utilizzando il mezzo più ecologico che esiste. 

La Francia paga chi pedala: 1 euro ogni 4 chilometri
Un'indennità di 25 centesimi a chilometro percorso per chi va al lavoro in bicicletta. Se calcoliamo che il percorso medio di spostamento è pari a quattro chilometri, si tratta di due euro al giorno. Una quarantina di euro al mese, fino a cinquecento euro l'anno

Si tratta di una delle misure anti-smog annunciate da Ségolène Royal ministro dell'Ecologia francese, in una trasmissione su France2. Royal ha inoltre spiegato che l'indennità sarà esentasse sia per i dipendenti che per i datori di lavoro. 

Una fase sperimentale di sei mesi era già stata avviata nel giugno 2014 dall'allora ministro dei Trasporti, Frédéric Cuvillier. Ma - come scriveva la stampa francese poco più di un anno fa - nel vicino Belgio, dove la misura è in vigore dal 1997 per 22 centesimi a km, l'iniziativa non ha cambiato in modo profondo le abitudini di trasporto dei lavoratori. 

La Francia ci prova, nonostante il mancato successo dei cugini. Anche perché il contributo per i lavoratori sarà esentasse e spetterà compito delle aziende (che potranno aderire al programma in modo volontario) verificare e distribuire l’incentivo, in cambio di sgravi fiscali. 

Il provvedimento, come dicevamo, fa parte di un pacchetto di misure annunciate da Parigi per combattere l’inquinamento che comprende tra l’altro il rimborso del 50% del costo dell’abbonamento mensile ai mezzi pubblici.

caricamento in corso...
caricamento in corso...