Nuovo spot Kenzo: modella "pazza" rivoluziona pubblicità dei profumi [VIDEO]

01 settembre 2016 ore 12:15, intelligo
di Luciana Palmacci

Basta con le campagne pubblicitarie dei profumi con la bella di turno in posa ammiccante che sussurra parole in francese, adesso è ora di sorprendere il pubblico: questa è l’idea di fondo dello spot di Kenzo che sta facendo il giro del mondo. Smorfie, danze frenetiche e corse su per le scale animano questa pubblicità sconclusionata che ha centrato il bersaglio, attirare l’attenzione del pubblico. “My Mutant Brain” il nome del videoclip che accompagna l’uscita del nuovo profumo del marchio di moda chiamato ‘Kenzo World’. Il regista Spike Jonze ha scelto come folle interprete l’attrice e modella statunitense Margaret Qualley (figlia, tra l’altro, di Andie MacDowell). La ragazza scappa da una noiosissima cena e, presa da una sorta di raptus, si mette a ballare in versione scoordinata con tanto di smorfie e movimenti che una vera ballerina giudicherebbe poco istituzionali.

   

Si nota il tocco hip di Spike Jonze e un nemmeno tanto velato richiamo al video di "Weapon of choice" di Fatboy Slim, anch'esso firmato dal regista nel lontano 2001. Chi ricorda Christopher Walken che ballava scatenato su e giù per le scale finendo per spiccare il volo davanti al quadro dell'atrio avrà una forte impressione di dejà vu: Margaret Qualley fa praticamente lo stesso percorso, finendo per "schiantarsi" nell'occhio gigante simbolo di Kenzo. Sembrando quasi un remake della hit di 15 anni fa, si tratta comunque di una vera e propria rivoluzione nello (statico) mondo dell'advertising dei profumi. 
La creatività di Jonze si sposa a dovere con il coloratissimo mondo del giapponese Kenzo: risultato, un mix esplosivo che è subito diventato "must" tra i frequentatori del web. Un po' come era successo con lo spot di Miss Dior, protagonista Natalie Portman che fuggiva vestita da sposa per prendere un elicottero con un altro uomo. La ricetta del corto nella moda funziona e, soprattutto, diventa virale. Il che, ora come ora, è la migliore pubblicità che ci sia.
Ma lo spot è soprattutto il simbolo di un riscatto del genere femminile, che vuole uscire dallo stereotipo della donna oggetto del corteggiamento maschile.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...