"Che due balle": il testimone Alongi super virale. Dalla 'parlata' alle frasi choc - VIDEO

11 luglio 2016 ore 17:19, intelligo
A processo gli si fa una contestazione e lui risponde: "Che due balle!". Ma non è tutto. Il Processo Bonsu, andato in onda su un noto programma televisivo di Rai 3 "Un giorno in Pretura", è diventato tutto da ridere, anche se è una cosa seria. Colpa o merito di Andrea Alongi, testimone che dà delle risposte alquanto irriverenti, fuori luogo e pure ironiche. I carabinieri per lui sono più da battuta che una realtà anti-criminalità, e il pubblico ministero fa fatica a intervenire e tenerlo a bada. 
Ci pensa il giudice che ha provato a spiegargli le regole di comportamento da tenere in aula. 
Ma non c'è niente da fare. E lui diventa virale. Dalla parlata alle frasi choc è tutto uno spettacolo questo processo anche se lui èun testimone chiave in una causa penale per dei fatti accaduti il 29 settembre 2008 a carico di alcuni agenti della Polizia municipale di Parma che si resero protagonisti dell’arresto arbitrario e delle violenze sul giovane ghanese Emmanuel Bonsu.

La sua personalità è particolare però, come i suoi atteggiamenti. Sono tutti inalberati e il disappunto in Aula è grande. Ma niente lui è un irriverente. Alla fine chi è il “palo” nelle attività di spaccio al parco Falcone e Borsellino di Parma lo decideranno i giudici e anche se i vigili accusati di lesioni personali, calunnia, ingiuria, falso ideologico, violazione dei doveri d’ufficio e sequestro di persona, sono colpevoli. Ma rimarrà alla storia lui. 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...