Facebook fail, ripostate vecchie foto non volute: "Stiamo indagando"

12 dicembre 2016 ore 10:30, Andrea De Angelis
Vecchie foto pubblicate che ritornano in bacheca, ma per errore. Facebook ha un problema da risolvere. "Siamo al corrente della questione e stiamo indagando", si è limitato a dichiarare un portavoce dell’azienda, che finora non ha dato nessuna altra spiegazione circa l'accaduto. 

La situazione è semplice, almeno da spiegare: sulla bacheca di alcuni utenti stanno ricomparendo vecchi aggiornamenti, comprese dunque foto. Un qualcosa di indesirato, per ovvi motivi: può capitare di veder ricomparire un vecchio pensiero riferito magari all'ex di turno, oppure addirittura ad una persona scomparsa. O ancora immagini che appartengono a un passato più goliardico, relative ad anni ormai passati da un bel po' di tempo. Insomma, il disagio rischia di essere oggettivo. 
Come riporta La Stampa, il caso è scoppiato venerdì, quando la giornalista di PCMag Stephanie Mlot ha raccontato in un articolo che le era capitato di trovarsi vecchi post ripubblicati sulla bacheca senza il suo permesso. È successo anche a molti altri utenti che si sono lamentati sul Forum di assistenza del social e su Twitter. "Ho cambiato la password per essere sicuro, ma qualcuno mi può spiegare che sta succedendo senza il mio permesso?", ha scritto Drew Calhoun. 

Facebook fail, ripostate vecchie foto non volute: 'Stiamo indagando'
Il dubbio è che sia legata alla nuova versione dell'App su iOS, rilasciata giovedì, oppure al nuovo Year in Review, come sottolineano alcuni addetti ai lavori. Ma si tratta soltanto di ipotesi, il bug (ammesso che sia corretto definirlo così) è ancora da scoprire e dunque da risolvere. 
Non è il primo problema di un 2016 complicato per il social più noto al mondo. Ricorderete tutti il bug che portò a dichiarare "morti" una serie di profili. Tra questi, quasi per uno scherzo del destino, anche il papà di Facebook. Mark Zuckerberg. Il bug si è materializzato sui profili Facebook degli utenti nella forma di un piccolo fiore e con il messaggio "In memoria di", prima del loro nome. "Per un breve istante un messaggio di commemorazione è stato pubblicato per errore su dei profili", dichiarò all'Afp un portavoce di Facebook. "Si tratta di un terribile errore che ora abbiamo risolto", aggiunse. 
Scuse dunque, e niente condoglianze. Ma tanti, milioni di sospiri di sollievo. Facile immaginare cosa abbiano potuto provare tutte le persone che sono imbattute nel messaggio di cordoglio sulla bacheca di un loro amico, collega o parente. C'è anche chi ci ha riso su, scrivendo poi che in questo modo Facebook "gli ha allungato la vita". Lo spera sicuramente anche papà Zuckerberg...



caricamento in corso...
caricamento in corso...