Pasqua "a rischio": il problema sono i ramoscelli d'ulivo

12 marzo 2015, intelligo
Il rischio è di non vedere distribuiti i tradizionali ramoscelli di ulivo nella domenica delle Palme. 


Pasqua 'a rischio': il problema sono i ramoscelli d'ulivo

Questo per evitare la diffusione di un'epidemia che sta facendo strage di piante secolari in Puglia. Il timore è che il problema si diffonda nel resto del Paese e, nella peggiore delle ipotesi, in Europa. 


A lanciare l'allarme è la Coldiretti, come riportato dall'agenzia Asca. Nessun timore per gli uomini naturalmente e per l'olio che resta ottimo ma - avverte Coldiretti - un grande rischio per il paesaggio, l'ambiente, l'economia e il lavoro di una componente importante del Made in Italy, tanto che la stessa Regione Puglia ha emanato le misure obbligatorie per la lotta al patogeno che prevedono, tra l'altro, nella zona infetta interventi di potatura per eliminare parti sintomatiche infette con distruzione del materiale di potatura (bruciatura o uso biomassa previo disseccamento nella zona infetta o interramento).


"Inizia una battaglia contro il tempo per difendere le storiche piante millenarie e salvare un bene dell'intera umanità" ha affermato il Presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare che "è necessario garantire l'impegno delle istituzioni, gli interventi necessari e le risorse adeguate per salvare un bene pubblico che tutto il mondo ci invidia".


A. De.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...