Un po' di rosso nel Pd di Renzi: è l'errore sulla cultura umanista

14 maggio 2015, Andrea De Angelis
Chissà cosa gli avrà detto l'insegnante Agnese quando ha visto il video di diciassette minuti nel quale alla lavagna, con tanto di gessetti di diverso colore, il premier Matteo ha spiegato agli italiani la riforma della scuola. "Anzi, non chiamiamola riforma, ma punti", dice Renzi poco dopo l'inizio.

Un po' di rosso nel Pd di Renzi: è l'errore sulla cultura umanista
Il secondo punto, però, scritto in giallo è da matita rossa. "Cultura umanista", si legge, ma in italiano sarebbe "umanistica". Lo sanno entrambi, ma al marito è sfuggito.

Umanista infatti, che deriva al latino rinascimentale humanistam 'insegnante di humanae litterae, cioè lettere classiche', è un sostantivo e indica oggi un rappresentante dell’Umanesimo o, più in generale, un cultore della letteratura e dell’arte". Un termine corretto, ma un sostantivo.

Nel caso in cui avessimo bisogno di un aggettivo, come spiega bene la Treccani, dovremmo ricorrere a "umanistico, che è l’aggettivo derivato da umanista tramite il suffisso -ico, e indica tutto ciò che è relativo all’Umanesimo o agli umanisti, e per estensione alla letteratura e all’arte in genere". 

Dopo gli scivoloni in inglese, anche quello in italiano... 


caricamento in corso...
caricamento in corso...