Usa: a caccia di accuse per Donald, ma è un Trump-olino per la Casa Bianca

14 ottobre 2016 ore 11:27, Lucia Bigozzi
La montagna di fango che gli arriva addosso non lo scalfisce. Almeno così pare a leggere i sondaggi e a osservare l’indice di gradimento della sua performance nel viaggio elettorale attraverso l’America. Donald Trump sembra il Terminator di Arnold Schwarzenegger, nel senso che va avanti come un rullo compressore nonostante i media, specie quelli che ‘tifano’ Hillary Clinton facciano di tutto per screditarne la reputazione. Ultimo tema ‘hot’ sparato nel bel mezzo dei faccia a faccia tv tra i due candidati alla presidenza degli Stati Uniti, sono le ‘maniere’ del milardario americano nei confronti delle donne: non a caso sono finiti nel confronto sulle priorità per il popolo d’America i video sessiati, le accuse di molestie sessuali nel suo passato di businessman. 

Ma nonostante tutto e nonostante la macchina mediatica che ‘gira’ intorno alla Clinton, Trum resta in sella, saldamente. Anzi, a un mese dal voto che consegnerà agli Stati Uniti il successore di Obama, il sondaggio diffuso da Rasmussen Reports indica chiaramente che il tycoon è in vantaggio sulla candidata dem addirittura di due punti. Secondo l’istituto specializzato in rilevazioni Trump attira a sé il 43% delle preferenze degli elettori mentre la Clinton si ferma al 41%. C’è un altro elemento da considerare: se il sondaggio dice il vero, l’incremento del gradimento nei confronti del candidato repubblicano sarebbe arrivato dopo il video sulla frasi sessiste che ha praticamente monopolizzato il duello in tv tra i due competitor per la Casa Bianca. Da parte sua, Trump nega decisamente tutte le accuse che gli vengono rovesciate addosso sul versante sessista e dunque discriminatorio nei confronti delle donne, e rilancia contrattaccando quanto pubblicato dal Nwe York Times: “Le storie fasulle sul fallimentare Nyt sono una totale montatura”, scrive sul suo profilo Twitter. La moglie Melania Trump è altrettanto agguerrita al punto che paventa una querela a People Magazine per un articolo in cui una giornalista afferma di essere stata molestata dal marito nel suo resort in Florida, nel 2005.  Sarà “guerra” all’ultimo voto. 

Usa: a caccia di accuse per Donald, ma è un Trump-olino per la Casa Bianca
 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...