Effetto Orfeo alla Rai, tagli ridotti e niente fuga di Fazio e altri big

15 giugno 2017 ore 16:08, Americo Mascarucci
Il consiglio di amministrazione della Rai, ha dato il via libera al provvedimento che prevede delle deroghe al tetto massimo per i compensi degli artisti. Pur fissando un taglio di almeno il 10% rispetto agli attuali stipendi, il Cda ha deciso comunque di limitare al massimo la riduzione dei cachet dei cosiddetti big per poter così sbloccare le trattative con chi, come Fabio Fazio e Alberto Angela contrari alla decurtazione, avevano intavolato accordi con canali concorrenti. 
Il piano prevede che il taglio di almeno il 10 per cento rispetto alle cifre attuali sia proporzionato all'entità degli importi. Pare che decisivo da questo punto di vista sia stato il contributo del nuovo direttore generale della Rai Mario Orfeo che è stato scelto al posto di Antonio Campo dall'Orto che tuttavia pare stesse già lavorando ad un'ipotesi di deroga.
E proprio Orfeo ha espresso soddisfazione per il risultato raggiunto con l'approvazione unanime del suo documento da parte del Cda.
Effetto Orfeo alla Rai, tagli ridotti e niente fuga di Fazio e altri big

LE NOVITA' - Ad avere diritto alla deroga saranno i compensi per le prestazioni di natura artistica, per i programmi che consentono una importante raccolta pubblicitaria e per le trasmissioni considerate di alto valore. Nella deroga potranno rientrare tutti i professionisti, una quarantina, che di fatto sforano il tetto. Che succederà ora? I big come Fabio Fazio che avevano annunciato l'intenzione di lasciare la Rai torneranno sui loro passi o andranno avanti per la loro strada senza accontentarsi nemmeno del taglio del solo 10% del cachet? 
Fabio Fazio fatti due conti dovrebbe comunque perdere una cifra che si aggira tra i 180 e i 360mila euro, anche se per lui il discorso è più ampio in quanto in ballo ci sarebbe anche la posizione dei suoi programmi nei palinsesti di Raiuno. Tra i volti più pagati dovranno trattare le riduzioni anche Antonella Clerici, Carlo Conti, Massimo Giletti, Luciana Littizzetto, Giancarlo Magalli, Amadeus. Alcuni di questi come Antonella Clerici, Carlo Conti, Flavio Insinna, Michele Guardì e Bruno Vespa pare superino il milione. La norma votata in Parlamento se applicata nella sua interezza avrebbe previsto decurtazioni molto pesanti anche di milioni di euro per alcuni dei big suddetti, ma ora con la possibilità di ottenere la deroga, il taglio si ridurrebbe a poche migliaia, Basterà questo a convincere i signori della Tv a fare questo"piccolo" (per loro) sacrificio?

#rai #deroga #compensi 
caricamento in corso...
caricamento in corso...