"Porca" balena: l'impresa trash, salvare la specie guardando un porno

16 febbraio 2016 ore 11:19, Micaela Del Monte
Cosa lega un porno e il salvataggio delle balene a rischio estinzione? Apparentemente nulla, ma grazie ad un'iniziativa benefica di PornHub le due cose potrebbero essere strettamente correlate. Il leader nella distribuzione di contenuti per adulti online, pronto a lanciare un programma di salvaguardia per specie in via d'estinzione: ai video hard visti in streaming dagli utenti, infatti, corrisponderà una donazione per la conservazione delle balene nei mari e negli oceani.

Vista a la consistente mole di clic che questo sito riesce a ottenere quotidianamente, si arriverebbe (secondo una stima) a ben oltre 2 milioni e mezzo di dollari per contribuire alla causa. L'iniziativa denominata "Save The Whale" partita ufficialmente sabato 13 febbraio in occasione del "World Whale Day", la Giornata Internazionale delle Balene, e promette di dare un contributo importante nel campo della salvaguardia di questi cetacei. Il ricavato delle donazioni sarà devoluto da Pornhub alla Moclips Cetological Society, un'associazione senza fini di lucro che si occupa di tutelare i grandi mammiferi marini. Nel 2015 la piattaforma ha registrato 240 milioni di visualizzazioni al giorno, che corrispondono a una donazione di 1.200 dollari al giorno. Stando a questi dati, la compagnia potrebbe arrivare a donare all'associazione 26.400 dollari. Un'iniziativa che può far storcere il naso o far discutere, ma che per Pornhub non è una prima assoluta, anzi: nell'aprile 2014, in occasione dell'Arbor Day statunitense, si era impegnata a piantare un albero per ogni cento video visualizzati in una determinata categoria hard del suo sito, arrivando a piantare oltre 15mila alberi

Le balene sono a rischio di estinzione per il buco dell'ozono nell'Antartico in quanto l'esposizione ai raggi UV può provocare l'alterazione della distribuzione, della quantità, della densità o delle condizioni di molte specie preda, quali il krill, riducendo in tal modo la quantità di cibo a disposizione di questi mammiferi. Dunque ora con un porno le balene potrebbero tornare a sorridere, come fanno gli umani.
 
caricamento in corso...
caricamento in corso...