Vaccini, Austria vs Gardaland: Lorenzin "cade" nella bufala

16 giugno 2017 ore 11:52, Micaela Del Monte
In Italia è ormai ossessione vaccini e sembra che qualsiasi momento sia buono per riaprire l'argomento e in qualche modo attirare l'attenzione. L'ultimo caso è stato stranamente legato al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin che a Sky ha parlato di un'allarme arrivato dall'Austria riguardante un problema di copertura vaccinale in Veneto.

AUSTRIA VS GARDALAND - "Veneto, ed è una necessità dimostrata dai numeri e dai fatti. Il Veneto ha gravi carenze nella copertura vaccinale, e di questo non si può far finta di niente, anche agli occhi del mondo. Una settimana fa i giornali austriaci hanno riportato l’indicazione espressa dalle autorità sanitarie austriache che invitano i loro connazionali a non andare a Gardaland perché c’è un problema di copertura vaccinale in Veneto. Ci rendiamo conto dei messaggi che passano fuori da qui per alimentare polemiche esclusivamente politiche?", sono state queste le parole del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin che hanno acceso l'allarme intorno al parco giochi.

Vaccini, Austria vs Gardaland: Lorenzin 'cade' nella bufala
LA SMENTITA - Sembrerebbe però che la Lorenzin sia caduta nella trappola di una bufala bella e buona. A rispondere a questa "accusa" è stato infatti Aldo Maria Vigevani, Ceo del parco: "Gardaland tiene a chiarire che, all'interno del Parco, non c'è stato e non c'è alcun problema specifico legato alle vaccinazioni. Tra l'altro non ci risulta sia stata divulgata da alcun Paese estero una circolare che dissuada dalla visita a Gardaland".

A contrastare le parole del Ministro è stato anche l'assessore alla Sanità del Veneto, Luca Coletto. Nel Veneto, ha puntualizzato Coletto, "non c'è un'epidemia di morbillo ed i casi sono in diminuzione. Chiediamo ci venga data tale circolare; potrebbe trattarsi invece di una 'epidemia politica'". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...