Il Re-Vagination conquista l'Italia: ora le 40enni sognano un "nuovo look"

16 marzo 2016 ore 15:52, Micaela Del Monte
Il  Re-Vagination conquista l'Italia: ora le 40enni sognano un 'nuovo look'
Di manie strane ne hanno parecchie gli inglesi e gli americani, ma quella della vaginoplastica è sicuramente una novità.

Quello della chirurgia plastica alla vagina infatti è uno degli interventi più comuni a cui si sottopongono sempre più donne nei paesi anglosassoni. Spesso però il motivo che spinge queste donne al rittocchino più intimo che ci sia non è dovuto soltanto alla vanità femminile, ma anche per migliorare i rapporti sessuali e, nel caso di alcuni problemi particolari, anche propriamente lo stile di vita.
Decine di donne si sono sottoposte alla chirurgia della vagina, per poter essere guardate in bikini e attillati pantaloni da yoga senza provare più vergogna o disagio. Alcune donne hanno le labbra vaginali troppo lunghe e non riescono a praticare alcune attività sportive come andare a cavallo o in bici, anche solo indossare jeans provoca irritazioni. Per loro il sesso è doloroso, per alcune ci sono forti ripercussioni sull'attività sessuale, spesso assente, per vergogna.

La soluzione quindi è la chirurgia, metodo che ha spinto sempre più donne a ricorrere al proprio medico per rifarsi non solo la vagina ma anche la vita.

L’intervento può essere effettuato al laser e dura circa un’ora in anestesia totale. Gli Stati Uniti hanno visto un sorprendente 49 per cento di aumento - dalle adolescenti alle pensionate - che pagano i chirurghi plastici per modificare l'aspetto dei loro genitali. Un particolare tipo di rimodellamento della vagina - noto come labiaplasty - viene eseguito sulla labbra, cambiando la forma o le dimensioni delle pieghe esterne e rendendole simmetriche. Molto spesso è effettuato per renderle più piccole. 

Altre pazienti si stanno prenotando per sottoporsi alla vaginoplastica, una procedura per ridurre la vagina, di solito dopo il parto o a causa della vecchiaia. Ha detto la dott.ssa Walden: "Si tratta di una procedura in costante aumento in termini di popolarità. Tante donne assicurano di aver cambiato vita. Labbra allargate possono causare disagio quando le donne vestono abiti stretti, o durante il sesso”. Il “National Health Service” britannico dichiara che simili interventi, dal 2010, sono quintuplicati, e un chirurgo londinese conferma che tra il 2013 e il 2014, nel suo studio, sono aumentati dell’80%.

Ora però la "moda" arriva anche nel nostro Paese. Sembrerebbe infatti che il 29% delle italiane gradirebbe una remise en forme intima. Le motivazioni addotte sono principalmente di natura medica e psicologica. La maggior parte ricorrerebbe al bisturi per sentirsi meglio, più seducenti e femminili, ma anche per riaccendere il feeling sensuale con il proprio partner.

Insomma anche le nostri connazionali sono state raggiunte da questo fenomeno che negli Stati Uniti è una vera e propria tendenza, ribattezzata Re-Vagination. In massima parte si tratta di manager e impiegate, ma c’è anche un 28% di casalinghe pronte alla sala operatoria per sentirsi più seducenti. Solo nel 2012 in Italia c’è stato un incremento del 24% e il trend è in costante aumento. L’intervento migliora la qualità dei tessuti e rende più semplice alle donne avere una vita sessuale nella terza età .

 Le più sensibili a questa tendenza? Al Nord Italia le milanesi (25%), seguite al Centro dalle romane (17%) e al Sud dalle donne napoletane (13%), principalmente manager e impiegate (60%) e casalinghe (28%) nella fascia 40-60 anni (75%). È quanto emerge da uno studio condotto da Quanta System Observatory, effettuato con metodologia Woa (Web Opinion Analysis) su circa 1.500 italiane tra i 18 e i 65 anni, attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community dedicate, oltre che su 70 testate internazionali, per scoprire quali sono le ultime tendenze del momento nel campo della chirurgia e della medicina estetica. Un pò a sorpresa, secondo l'indagine, tra gli interventi desiderati dalle donne italiane spiccano quelli alle parti intime (26%), spinte da motivazioni di natura sia medica (67%) sia psicologica (59%) e principalmente per sentirsi meglio, più seducenti e femminili (77%), e per riaccendere il feeling sensuale con il proprio partner (72%).

"Sempre più donne si affidano al trattamento: solo nel 2012 in Italia c'è stato un incremento del 24% e il trend è in costante aumento - ha affermato lo specialista in chirurgia plastica Paolo Mezzana, responsabile dell'Ambulatorio di dermatologia oncologica dell'Usi Marco Polo di Roma - Per un lungo periodo le potenzialità di queste metodiche non sono state pienamente comprese, poi ci si è resi conto che aspetto e funzione dell'area vulvo-vaginale sono fra loro strettamente legati: l'intervento, infatti, migliora la qualità dei tessuti e concede alle donne uno stato di benessere esteso anche alla vita sessuale nella terza età". "Possiamo dire - ha continuato lo specialista - che estetica e salute coincidono perfettamente. Non si tratta di un semplice ringiovanimento, ma di un vero e proprio benessere intimo. I trattamenti laser del canale vaginale vengono richiesti principalmente da donne tra i 45 e i 55 anni che spesso hanno avuto gravidanze multiple o sono entrate in menopausa. Sono generalmente donne di alto livello culturale, impegnate professionalmente e con famiglia", ha concluso Mezzana.
caricamento in corso...
caricamento in corso...