Hackerati o pentiti? McDonald's dà del "ripugnante" a Trump, poi ritratta

16 marzo 2017 ore 18:48, Adriano Scianca
Donald Trump? "Ripugnante". A dirlo è stato addirittura il profilo Twitter di McDonald's, che testualmente recitava: "Donald Trump come presidente sei veramente un insulto ripugnante e ci piacerebbe riavere indietro Barack Obama. Hai anche le mani piccole". 

Hackerati o pentiti? McDonald's dà del 'ripugnante' a Trump, poi ritratta

Quest'ultima battuta faceva riferimento a un surreale tormentone della campagna elettorale, in cui a un certo punto si finì davvero a discutere delle dimensioni delle mani di Trump. Il Tweet è apparso in mattinata sull'account della società e poi è stato rapidamente cancellato. Non prima però che fosse ripreso da diversi media e altri social americani. Alcune ore dopo, McDonald's ha comunicato di aver ricevuto da Twitter la conferma che l'account è stato violato: “Twitter ci ha comunicato che il nostro account è stato compromesso. Abbiamo cancellato il tweet, assicurato il nostro account e stiamo indagando su questa cosa”. 

Si noterà, tuttavia, che non vengono pronunciate scuse nei confronti di Trump. Si tratta di un vero hackeraggio o di un admin troppo esuberante? Un attacco così frontale da parte di un account di una multinazionale è in effetti piuttosto strano, anche perché la clientela della catena di fast food non è certo tutta democratica. Anzi: proprio Obama, rimpianto dal tweet incriminato, aveva lanciato delle campagne salutiste che mal si conciliano con la dieta iperproteica di McDonald's.
#Trump #McDonalds #twitter
caricamento in corso...
caricamento in corso...