Stavolta l’hashish nelle mutande, 17enne scoperto (in tutti i sensi)

17 giugno 2016 ore 11:25, Lucia Bigozzi
Duecento grammi di hashish infilati negli slip. Così ha cercato di nascondere il quantitativo che secondo gli inquirenti si stava apprestando a spacciare nel piazzale antistante un supermercato. Il “nascondiglio” improvvisato, non è bastato a un 17enne di Terni ad evitare l’arresto. La misura cautelare scattata nei suoi confronti è quella degli arresti domiciliari, eseguita dai carabiniere di quartiere. Il giovane è finito nei guai anche grazie alla segnalazione di alcuni cittadini che si sono rivolti ai militari dell’Arma, riferendo dell’andirivieni di persone ‘sospette’ nella zona. E quando sono arrivati, gli investigatori hanno notato il giovane muoversi con una atteggiamento che non è passato inosservato. 
Indosso, gli sono stati sequestrati due panetti di hascisc, da 100 grammi ciascuno, entrambi ancora incellofanati, pronti per essere spacciati ai “consumatori”. 

Stavolta l’hashish nelle mutande, 17enne scoperto (in tutti i sensi)
Ma non è il primo caso di “nascondigli alternativi” messi in pista all’ultimo tuffo per evitare guai con la giustizia e sottrarre il quantitativo di stupefacente al sequestro immediato da parte delle forze dell’ordine.
A Roma, infatti, qualche mese fa un 40enne è stato arrestato per detenzione a fini di spaccio: in quel caso aveva pensato di nascondere 40 grammi di hashish tra i panni sporchi infilati nella lavatrice, mentre altri 30 grammi erano stati occultati tra gli scaffali della cucina. Ma c’è anche il caso del 53nne che aveva nascosto 100 grammi di hashish suddivisi in 15 parti, tra gli indumenti gettati alla rinfusa dentro l’armadio della camera. 



autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...