Vittorio Emanuele III subito al Pantheon: è nel mirino dell'Isis

17 luglio 2015, intelligo
Oltre al danno, anche la beffa. 

Vittorio Emanuele III subito al Pantheon: è nel mirino dell'Isis
Vittorio Emanuele III
è stato seppellito in esilio e il suo corpo, come noto, si trova attualmente ad Alessandria d'Egitto. La battaglia per riportarlo in Italia è annosa e legittima, ma adesso acquisisce ulteriore vigore da un elemento che non può essere taciuto. 

La richiesta della tumulazione in Italia della salma del Re oggi avviene anche per il rischio che essa possa essere oggetto di vandalismo da parte dei miliziani dell'Isis. 

Facciamo nostra questa battaglia che vede in prima linea anche l'Unione Monarchica Italiana. Il suo presidente, Alessandro Sacchi, ha affermato in una nota: "L’Unione Monarchica Italiana plaude l’iniziativa di S.A.R. la Principessa Maria Gabriella di Savoia di richiedere la tumulazione in Italia della salma del Re Vittorio Emanuele III che, riposando in Egitto, rischia di essere oggetto di profanazione e vandalismo da parte degli estremisti dell’ISIS".

"Ricordiamo che il Re Umberto II mise a disposizione un fondo allo specifico scopo di coprire le spese per la tumulazione al Pantheon, il che non comporterebbe alcuna spesa allo Stato italiano come molti vorrebbero impropriamente far credere", ha sottolineato Sacchi. 

Un atto di giustizia, che la Repubblica italiana può e deve compiere. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...