Bottiglia d'acqua nella caramella (non) ingeribile, Ooho è l'anti-plastica

18 aprile 2017 ore 11:29, Americo Mascarucci
Potrebbe essere risolto, e in via definitiva, il problema della plastica che come tutti sanno è fonte di forte inquinamento. Ma non si tratta di cambiare la composizione delle bottiglie utilizzando altro materiale, bensì di eliminare il problema a monte, ossia eliminando le bottiglie. Come è possibile? La risposta è in una "caramella dissetante". E' il rivoluzionario progetto di tre ingegneri.
Bottiglia d'acqua nella caramella (non) ingeribile, Ooho è l'anti-plastica

IL PROGETTO - La caramella si chiama "Ooho", "è interamente biodegradabile e talmente naturale che potete anche mangiarla", spiegano i ricercatori. "E' un packaging sostenibile in alternativa alla plastica" si legge sul pagina di crowdfunding dell’azienda, che in questi tre anni di progetto ha già ottenuto donazioni per 800 mila sterline, oltre 940 mila euro. 
Le sfere in questione contengono al loro interno 250 ml di acqua e hanno un costo di produzione di pochi centesimi per ogni esemplare. Sono realizzate con una doppia membrana di alga di mare, incolore e dal gusto particolarmente delicato, quasi impercettibile. Ooho! si presenta come una sacca trasparente di acqua potabile ed è rivestita da una membra edibile ottenuta dall'estratto di alghe naturali. 
Il team ha presentato per la prima volta al pubblico l’idea nel 2013. Recentemente il gruppo ha messo in piedi una pagina di raccolta fondi per realizzare il progetto e gli aiuti non sono mancati. Il prezzo della singola bolla non dovrebbe essere molto elevato, dal momento che il costo di produzione di ciascuna di esse è di circa 2 centesimi. Il processo di produzione che rende possibile il tutto è la gelificazione, tecnica utilizzata per realizzare le membrane.
Al momento gli ingegneri sono alla ricerca di investimenti per portare sul mercato il prodotto, sono necessari 500mila dollari. Intanto, il trio porterà in giro per eventi sportivi e musicali la magica caramella, per la quale si sta pensando di realizzare persino un’etichetta edibile. 
Non sarà obbligatorio ingerire la caramella. Ognuno potrà infatti decidere se forare la propria Ooho! e limitarsi a berne il contenuto, gettando l’involucro al 100% biodegradabile; o, in alternativa ingoiare il tutto. 

INQUINAMENTO DA PLASTICA - La plastica è causa di forte inquinamento perché rilascia sostanze chimiche nocive al terreno. Queste sostanze penetrando in profondità raggiungono le falde acquifere o altre fonti d'acqua. I danni possono essere molto seri per le specie viventi che assumono questa acqua inquinata. Secondo i dati dell'Onu inoltre entro il 2050 avrà ingerito dei pezzi di plastica, il 99 per cento degli uccelli marini a causa della dispersione negli Oceani. Ecco quindi che si rende sempre più impellente trovare del materiale alternativo che possa, se non proprio eliminare, quantomeno ridurre il più possibile il consumo di plastica in circolazione. E' ciò che stanno cercando di ottenere i progettisti di Ooho che otterrebbero davvero un grandissimo e utilissimo primato. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...