Raggi e la cena non pagata: tutte le versioni del rumor del momento

19 marzo 2017 ore 11:35, Adriano Scianca
Ma davvero Virginia Raggi va nei ristoranti e non paga il conto? La storia è circolata sui giornali: il sindaco che va in un noto ristorante, lo chef esce per salutarlo e, tra una cordialità e l'altra, il primo cittadino capisce che la cena è offerta, quindi si alza e se ne va senza pagare il conto, cosa che invece non era negli intendimenti dei gestori del locale. 

Raggi e la cena non pagata: tutte le versioni del rumor del momento

LA VERSIONE DI VIRGINIA
La Raggi, tuttavia, ha dato la sua versione con un post su Facebook: “Ci risiamo. Per attaccarci inventano notizie di sana pianta. Stavolta sarei andata in un 'noto ristorante romano' dove avrei cenato e sarei andata via senza pagare. L’obiettivo è evidente: far credere che abbia voluto farmi offrire la cena dal ristoratore. È triste ma sono costretta a fare una precisazione – quella che chi ha scritto o ripreso l’articolo avrebbe dovuto fare per correttezza professionale e non ha fatto – e raccontare la verità: dopo cena, ho raggiunto un gruppo di amici che cenavano in quel locale. Ovviamente, non ho cenato una seconda volta. Per la 'cronaca' devo ammettere che, però, ho bevuto un bicchiere d’acqua del rubinetto. Ecco, ho svelato l’arcano. Peraltro, proprio il 'noto ristoratore' dispiaciuto del fatto che non avessi assaggiato le sue specialità, mi ha invitato a tornare. Curioso, no?”. 

LA VERSIONE DELLO CHEF
Repubblica e Il Messaggero pubblicano ora il nome del ristorante incriminato: si tratta di Benito al Ghetto e lo chef è Nicola Delfino. Il quale viene anche intervistato e dichiara: “Mi è arrivata la comanda giù in cucina con su scritto: 'per il sindaco'. Pensavo fosse uno scherzo del maitre e perciò sono salito. C’era la Raggi seduta con un uomo. Ho aspettato che finissero di mangiare e mi sono avvicinato. 'Che piacere avervi ospiti da noi', ho detto”. Forse la parola “ospiti” viene equivocata, fatto sta che i due commensali vanno via senza pagare. Lo chef parla comunque di un banale malinteso, di una semplice incomprensione. Nicola Delfino ha poi ulteriormente precisato la sua versione su facebook: “Il sindaco interpreta il termine 'ospite' e probabilmente si convince che non ci sarà il conto. Si alza, ringrazia con grande cordialità e gentilezza, saluta e va via. Nessuno di noi se l’è sentita di presentarle il conto: c’è stato un piccolo fraintendimento e non c’è nulla di male. Anzi ci abbiamo scherzato su e ci scherziamo ancora oggi. Virginia Raggi magari neppure si ricorderà dell’episodio”.
#raggi #cena #conto

caricamento in corso...
caricamento in corso...