Psy vince la maledizione dei tormentoni, con "Daddy" è già virale

02 dicembre 2015 ore 11:04, Micaela Del Monte
Psy vince la maledizione dei tormentoni, con 'Daddy' è già virale
Psy ci riprova e possiamo anche dire che ci è riuscito.

Il cantante sudcoreano è tornato con il suo nuovo album "Chilji Psy-Da" e dopo "Gangnam Style" torna in vetta alle classifiche. Anche Psy, come tanti altri artisti diventati famosi per una canzone-tormentone si pensava potesse essere stato affetto dalla maledizione che spesso li costringe all'oblio dopo l'ondata di successo iniziale e invece dopo poche ore dalla sua uscita sul web "Daddy" (il nuovo singolo tratto dall'album) è già virale dopo 2 giorni dal suo lancio con oltre 12 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Stile, colori e donne sono gli stessi che hanno portato Psy al record di 2,5 miliardi di click con Gangnam Style. In questo video 
ritroviamo il cantante in una triplice parte: quella di un neonato che poi diventa bambino, del padre e del nonno. Per quanto possa impressionare vedere appiccicato il faccione dell’artista coreano sul corpo di un bambinetto il filmato è davvero divertente, dato che i tre membri della famiglia sono accomunati dalla grande vitalità che si esprime in atteggiamenti da playboy anche piuttosto stravaganti – il bambino che seduce la maestra elementare, il padre che balla la disco con indosso una tuta dal profondo scollo triangolare, l’anziano genitore con i denti d’oro che si produce in una breakdance. Durante la presentazione del nuovo album, il cantante, 37 anni, ha spiegato che il "disco si basa su un mix di musica dance elettronica, hip hop, funk e trap". Nell'ultimo lavoro, Psy si è avvalso della collaborazione di Ed Sheeran e del rapper Will.I.Am, protagonista nel brano 'ROCKnROLLBABY'.

Insomma, sembra proprio che Psy dopo l'iniziale crollo, che non è riuscito a contenere con "Gentleman" e "Hangover", abbia sviluppato gli anticorpi anti-flop e con "Daddy" è riuscito a tornare in vetta a differenza di tanti altri sui colleghi colpiti dalla maledizione, come ad esempio tutte le canzoni che ci ossessionano l'estate e che poi vengono dimenticate o come ai bei tempi le Las Ketchup con Asereje o gli italianissimi Gazosa con WWW e tantissimi altri di cui abbiamo rimosso il nome.

Vedremo insomma se con l'ultimo singolo Psy riuscirà a restare sulla cresta dell'onda o se alla fine cederà come tutti gli altri.
caricamento in corso...
caricamento in corso...