WhatsApp sbarca su Windows e macOS: ma come fa col login?

02 maggio 2016 ore 10:30, Americo Mascarucci
WhatsApp guarda sempre in avanti puntando a rafforzare sempre di più l'offerta nei confronti degli utenti.
Adesso secondo le ultime voci di corridoio starebbe sviluppando due client ufficiali installabili sui sistemi Windows e macOS. 
WhatsApp è di proprietà di Facebook che l'acquistò nel febbraio del 2014 per la cifradi 19 miliardi di dollari. Attualmente ha oltre un miliardo di utenti attivi.
Anticipando fin da subito che la notizia dell’arrivo di WhatsApp per Windows e Mac è al momento solo un indiscrezione non confermata ufficialmente dall'azienda, l’avvio dello sviluppo di applicazioni ufficiali per i sistemi operativi targati Microsoft ed Apple è praticamente certa come dimostrato da alcune stringe di testo in fase di traduzione scovate in rete e che indicano proprio la possibilità futura di scaricare client Windows e Mac. 
Un software a se stante, quindi, con funzioni maggiori rispetto a quanto già avviene per il web browser che consente di usare WhatsApp sul pc.

WhatsApp sbarca su Windows e macOS: ma come fa col login?
Tra le funzioni in fase di introduzione ci sarebbe anche la segreteria telefonica. 
Si chiamerà Voice Mail e scatterà in automatico, permettendo di registrare un messaggio nel caso la chiamata su WhatsApp andasse persa. Sulla base di questa funzione, inoltre, sarà anche possibile richiamare automaticamente l’amico che ci ha appena fatto una call e al quale non siamo riusciti a rispondere. Per questa opzione è probabile che il contatto potrà essere richiamato senza la necessità di aprire l’applicazione, direttamente dalla barra delle notifiche.
Resta solo da capire come si risolverà il problema del login, visto che l'accesso al social al momento avviene con l'identificazione del numero telefonico.


caricamento in corso...
caricamento in corso...