Medico iraniano falso invalido, arrestato il complice "finto insegnante"

21 maggio 2015, intelligo
Medico iraniano falso invalido, arrestato il complice 'finto insegnante'
Non era solo il medico iraniano de Le Molinette che si fingeva paraplegico. C'era con lui un complice, un uomo che lo aveva aiutato.

Tutto inizia con una simulazione di una una caduta dalle scale dell’ospedale. Poi scattarono i risarcimenti. Al complice sarebbero spettati 100 mila euro. 

Ma entrano in gioco i Nas a questo punto. 

Il complice sarebbe stato un truffatore "seriale: fingendo di avere il titolo per farlo in Matematica aveva insegnato in diverse Scuole Medie. E nel febbraio scorso, dopo l’arresto del finto paraplegico medico iraniano 56enne, sono scattate le manette anche per l'amico che l'aiutò nella vicenda. 

Lo dicono i Nas di Torni. I Carabinieri alla fine hanno scoperto tutto, partendo proprio dalla simulazione di una caduta dalle scale invalidante dall'Ospedale delle Molinette di Torino. “I controlli dei Carabinieri – sottolinea la nota - avevano dimostrato, invece, che il medico conduceva una vita assolutamente normale, compiendo sforzi fisici anche considerevoli e muovendosi sempre con passo sicuro ed agile, salvo poi farsi accompagnare alle visite medicolegali dal fidato complice che, consapevole dell’inganno e della truffa, aveva partecipato alle messinscene, lautamente ricompensate con circa 100 mila euro, recitando alle volte la parte del medico e alle volte quella del badante/assistente”.

E fu così che il “falso infortunio” (con conseguente risarcimento per un milione e trecentomila euro, dei quali 450.000 già percepiti nonché pensioni vitalizie INPS ed INAIL per circa 5000 euro al mese), è stato così smascherato insieme 
al fidato complice, che a quanto pare sarebbe un truffatore di professione. 

(m.m.)


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...