Ma quale rosè, è vino blu,nel bicchiere più colore e diverso sapore

24 giugno 2016 ore 12:27, intelligo
L’Italia è il più grande produttore al mondo di vino, anche se un prodotto del tutto innovativo potrebbe aprire nuove frontiere. Sei spagnoli che vengono da una realtà che non è quella della viticoltura, tutti giovani senza esperienze simili alle spalle, dopo due anni di ricerche hanno inventato e lanciato il vino blu Gïk. Si sono lanciati a capofitto in una scommessa nata quasi per gioco, Gïk è un prodotto che sembra quasi di provenienza aliena espressione visionaria che solo l’ambizione e la genialità possono portare a realtà. In una parola "giovane". La bibita si trova davanti un campo
Ma quale rosè, è vino blu,nel bicchiere più colore e diverso sapore
aperto dal punto di vista del settore di mercato che occupa, un vino ma che allo stesso tempo si avvicina ai drink tanto decantati. Gïk ha 11,5% gradi, colore blu marino ottenuto attraverso bacche miste di vitigni variegati: La Rioja, Zaragoza, León e Castilla-La Mancha a cui si aggiungono frutti come i mirtilli. L'effetto nel bicchiere ricorda quello di alcuni cocktail e pare che il suo sapore sia leggermente più dolce rispetto ai vini comuni. Il colore è ottenuto naturalmente grazie all'aggiunta dei pigmenti naturali indigo e antocianine presenti nell'uva. Il vino è in vendita on line sul sito gik.blue e presto entrerà nel mercato francese, inglese e tedesco al prezzo di circa 10 euro. L’abbinamento perfetto sembra essere con il sushi, i nachos e il salmone affumicato.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...