Migranti, Ungheria choc: li stipa in vagoni chiusi ed è polemica

24 luglio 2015, intelligo
Migranti, Ungheria choc: li stipa in vagoni chiusi ed è polemica
E' successo davvero. 

Come hanno trasportato le ferrovie ungheresi profughi arrivati nel sud del paese? In vagoni chiusi. Almeno questa è la denuncia che riporta il quotidiano Nepszabadsag, secondo quanto riferisce l’Apa. 

E tornano alla mente i tempi del nazismo e del comunismo, quando i treni erano il primo segno di una degenerazione del pensiero che avrebbe prodotto morti e atrocità. 

"Questo vagone viaggia con le porte chiuse" è stato detto per spiegare che i vagoni del convoglio che ha trasportato i migranti a Budapest su un treno intercity che partiva nel pomeriggio da Pecs, nel sud dell’Ungheria, sarebbero stati serrati.

Il mezzo era pieno di migranti, donne e bambini, molti dei quali siriani e afgani. E' una misura presa per evitare che i viaggiatori, clandestini diretti verso i campi profughi, potessero scappare? Sicuramente sì.

Ma l'effetto è quello dell'isolamento, dei reietti isolati dal resto dei passeggeri, secondo il portale hvg.hu. 

E forse le proteste di alcuni media ungheresi hanno sollevato una riflessione. 

(m.m)
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...