IgNobel 2016, la scienza più pazza del mondo premia la Volkswagen

25 settembre 2016 ore 9:56, Andrea Barcariol
Come i Razzie Awards precedono gli Oscar, così gli IgNobel (creati nel 1991) anticipano i premi Nobel. Sono stati assegnati a Boston, con una cerimonia alla Harvard University, i riconoscimenti alle ricerche più strampalate e involontariamente comiche, realizzati dagli scienziati di tutto il mondo. Tra i premiati uno scienziato britannico che ha vissuto per tre giorni sulle Alpi come una capra: probabilmente per sfuggire allo stress della vita moderna, ma poi evidentemente catturato dalla sua stessa passione, Tom Thwaites, si è fatto costruire delle protesi per sperimentare il punto di vista dell'animale. Riconoscimento anche per  un altro britannico, Charles Foster, che invece ha cercato di calarsi nelle 'vesti' di un tasso, una lontra, un cervo, una volpe e un uccello. Gabor Horvath e colleghi hanno ricevuto l'IgNobel per la Fisica per aver studiato perché i cavalli con i capelli bianchi resistono meglio ai tafani e perché le libellule sono fatalmente attratte dalle lapidi nere, mentre il premio per la Medicina è andato a Christoph Helmchen e colleghi per aver scoperto che se si ha un prurito sul lato sinistro del corpo si può alleviare il fastidio guardandosi in un specchio e grattandosi il lato destro.

IgNobel 2016, la scienza più pazza del mondo premia la Volkswagen
Riconoscimenti anche per la Volkswagen, dopo lo scandalo dieselgate, per "aver risolto il problema delle emissioni riducendone la produzione, ogni volta che le automobili vengono sottoposte a un test" e a Ahmed Shafik, per aver studiato gli effetti dell'indossare pantaloni di poliestere, cotone o lana sulla vita sessuale dei ratti e per aver condotto test simili con dei maschi di essere umano.
I vincitori hanno ritirato il premio (in banconote da 3.000 milioni di dollari dello Zimbabwe) dalle mani di autentici premi Nobel, come il chimico Dudley Herschbach, l'economista Eric Maskin, il biochimico Rich Roberts e il fisico Roy Glauber.
caricamento in corso...
caricamento in corso...