Il vaccino anti-influenzale cura il diabete. E' anche uno scudo contro ictus e mortalità

26 luglio 2016 ore 13:48, Lucia Bigozzi
Il vaccino contro l’influenza è uno “scudo” in più per i diabetici. Non solo combatte le forme stagionali di raffreddamento ma si rivela strumento che riduce l’incidenza di ictus con relativi ricoveri ospedalieri abbassando il tasso di mortalità. E’ la tesi di uno studio pubblicato su CMAJ (Canadian Medical Association Journal). In Italia il vaccino anti-influenza viene distribuito gratis agli over 65, donne in gravidanza e malati cronici e tra questi i soggetti colpiti da Diabete di tipo 2. Finora in pochi ne hanno monitorato quelli che vengono considerati “benefici”. Ci hanno provato i ricercatori londinesi che in un periodo compreso tra il 2003 e il 2010, hanno messo sotto la lente di ingrandimento ben 124.503 adulti britannici affetti da Diabete di tipo 2. Di questi, circa il 65 per cento si è sottoposto a vaccinazione contro l’influenza. 

Il risultato del monitoraggio ha permesso ai ricercatori di costatate che rispetto ai pazienti non vaccinati, i diabetici che invece lo avevano ricevuto, hanno evidenziato una riduzione pari al 30 per cento dei ricoveri ospedalieri per ictus, del 22 per cento dei ricoveri determinati da scompensi cardiaci e una riduzione del 15 per cento di trasferimenti in strutture sanitarie a causa di polmonite o influenza. Non solo: perfino il tasso di mortalità è risultato inferiore del 24 per cento rispetto ai pazienti non vaccinati. L’autore dello studio Eszter Vamos tiene a sottolineare che “la maggior parte dei decessi provocati dall’influenza ogni anno, si verificano in persone con condizioni di salute preesistenti, come il Diabete di tipo 2. Questo studio suggerisce che il vaccino può avere notevoli benefici”. 

Il vaccino anti-influenzale cura il diabete. E' anche uno scudo contro ictus e mortalità
 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...