Bankitalia, vince l'asse Gentiloni-Mattarella-Draghi: è Visco il candidato

26 ottobre 2017 ore 16:28, Americo Mascarucci
Verso la riconferma di Ignazio Visco alla guida della Banca d'Italia. E' suo il nome che il premier Paolo Gentiloni ha indicato nella lettera inviata al Consiglio superiore di Bankitalia che domani mattina dovrà rilasciare un parere in merito. Il parere dell'organismo di Bankitalia tuttavia sarà soltanto indicativo e non vincolante ma è certo che sarà favorevole alla riconferma dell'attuale numero uno. Nel pomeriggio di domani Gentiloni proporrà il nome al Consiglio dei ministri e una volta che questo sarà approvato (se non ci saranno sorprese ovviamente) sarà trasmesso al Presidente della Repubblica che firmerà il decreto di nomina.
Se non ci saranno colpi di scena dunque Visco sarà riconfermato per altri sei anni, nonostante il no di Renzi e il tentativo del Pd di stopparne la nomina.
Bankitalia, vince l'asse Gentiloni-Mattarella-Draghi: è Visco il candidato

COSA HA DETTO RENZI
Il segretario Dem ha commentato: "Rispetto la filiera istituzionale, e il nome che oggi verrà dato avrà tutto il nostro rispetto. Nel merito però dico che in questi sei anni il sistema di vigilanza non ha funzionato e Bankitalia è stato un punto di debolezza. Chi sbaglia paga e visto che si va a scadenza del governatore se Visco verrà  rinnovato durerà 12 anni come nemmeno Obama. Mi auguro almeno che i prossimi sei anni siano migliori".
Dunque ha vinto l'asse Mattarella- Draghi- Gentiloni. Non è un mistero per nessuno infatti che il principale sponsor della riconferma di Visco sia proprio il presidente della Banca Centrale europea anche lui molto infastidito pare per il tentativo di Renzi di mettere i bastoni fra le ruote di un percorso già definito da tempo. Percorso che per altro non vede in alcun modo coinvolto il Parlamento. 
A Renzi tornerà tuttavia utile in campagna elettorale rivendicare la paternità del tentativo di aver ostacolato l'operazione Visco, scavalcando così la propaganda del Movimento 5Stelle e della Lega pronti a cavalcare l'affair banche contro l'ex premier e il Pd. Un risultato di certo Renzi lo ha ottenuto. 
Mediaticamente è lui il leader del fronte anti-Visco; se il Pd non avesse sollevato il caso con la tanto contestata mozione, di certo le mozioni dei grillini e del Carroccio sarebbero passate sotto silenzio e il Governatore non sarebbe mai stato in bilico.

#visco #gentiloni #riconferma

 
caricamento in corso...
caricamento in corso...