L'orologio dell'Apocalisse segna la fine, le lancette corrono anche per Trump

27 gennaio 2017 ore 17:13, Micaela Del Monte
I recenti avvenimenti hanno incrementato la probabilità di una #catastrofe #globale, per questo il Bulletin of the Atomic Scientists ha spostato la lancetta dei minuti del #DoomsdayClock più vicino alla mezzanotte. L’orologio dell’#apocalisse segna ora le 23:57:30, quindi mancano solo 2 minuti e 30 secondi alla fine del mondo.

La decisione di far avanzare la lancetta dei minuti è stata spinta dall’accresciuta inquietudine circa le sorti del Pianeta a causa “del forte aumento del nazionalismo nel mondo, delle dichiarazioni del presidente Donald Trump sulle armi nucleari, del riscaldamento climatico, del deterioramento della sicurezza mondiale in un contesto di tecnologie sempre più sofisticate così come di una crescente ignoranza delle competenze scientifiche".
Chiaramente si tratta solo di una rappresentazione simbolica, ma è necessario agire immediatamente prima che sia troppo tardi. Il Doomsday Clock è stato creato esattamente 70 anni fa, in seguito al lancio della bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki da parte degli Stati Uniti. Inizialmente, l’orologio indicava solo la probabilità di una guerra nucleare globale, ma a partire dal 2007 sono stati considerati altri pericoli per l’umanità, come i cambiamenti climatici, l’intelligenza artificiale e gli attacchi informatici
L'orologio dell'Apocalisse segna la fine, le lancette corrono anche per Trump
Tra il 1947 e il 2016, la lancetta dei minuti è stata spostata 21 volte (13 avanti e 8 indietro), raggiungendo la massima distanza dalla mezzanotte (17 minuti) nel 1991 (firma del trattato sulla riduzione delle armi strategiche e dissoluzione dell’Unione Sovietica), mentre la distanza minima (2 minuti) è stata raggiunta nel 1953 (sviluppo della bomba H). L’Orologio era fermo dal 2015 alle 23:57: tre minuti dalla mezzanotte. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...