Creato primo embrione uomo-maiale, come cambiano i trapianti? [VIDEO]

27 gennaio 2017 ore 22:24, Micaela Del Monte
Per la prima volta nella storia, un gruppo di scienziati americani ha sviluppato un #embrione costruito da cellule staminali metà #uomo e metà #animale ed un giorno questo embrione portare alla produzione di organi trapiantabili: è il risultato di un progetto di ricerca condotto dal Salk Institute of Biological Studies e descritto sulla rivista Cell. Gli scienziati americani hanno iniettato cellule staminali umane nell'embrione di un maiale, poi impiantato nell'utero di una scrofa per permettergli di crescere. Dopo quattro settimane, le cellule staminali si erano sviluppate nei precursori di vari tipi di tessuti, inclusi cuore, fegato e neuroni.

Creato primo embrione uomo-maiale, come cambiano i trapianti? [VIDEO]
L’embrione è stato interrotto prima che la potenziale "chimera" potesse nascere. "Si tratta di un tempo abbastanza lungo da permetterci di comprendere in che modo le cellule umane partecipavano allo sviluppo embrionale senza dover affrontare le questioni etiche che vengono sollevate nel caso di animali chimerici più maturi", ha spiegato Izpisua Belmonte.

Dal 2015 i National Institutes of Health hanno stabilito una moratoria sul finanziamento della maggior parte degli studi su chimere uomo-animale. La ricerca su Cell è stata realizzata in California, al Salk Institute, senza finanziamenti federali e punta a trovare un modo per coltivare organi umani da usare per i trapianti e salvare così le vite di chi muore in attesa di un intervento. Lo studio è il risultato di quattro anni di lavoro su 1.500 embrioni di maiale. Si tratta di animali ideali per le ricerche sulle chimere, ha dichiarato il coautore Pablo Ross dell'University of California a Davis perché i loro organi hanno dimensioni analoghe a quelli umani, ma si sviluppano più in fretta.
caricamento in corso...
caricamento in corso...