Il taxi? Arriva dal cielo: Uber progetta il veicolo volante

27 settembre 2016 ore 19:17, Adriano Scianca
Non c'è film di fantascienza che non preveda delle auto volanti, individuate dalla fantasia di scrittori e registi come uno dei segni tangibili del futuro più visionario. Un futuro che ora starebbe per diventare presente. O almeno questa è l'idea di Uber, compagnia specializzata nel noleggio di auto con conducente tramite app, che ha presentato un progetto che prevede mezzi volanti in grado di decollare e atterrare verticalmente, a metà fra un elicottero e un mini aereo. “Vogliamo offrire ai nostri clienti quante più opzioni possibili, per questo le nostre ricerche sui trasporti si stanno concentrando anche sulla terza dimensione: l’altezza”, ha detto il products head di Uber, Jeff Holden, durante la Nantucket Conference. 

Il taxi? Arriva dal cielo: Uber progetta il veicolo volante
L'azienda pensa a piccoli aerei capaci di muoversi agilmente per la città, grazie soprattutto alla tecnologia nota come VTOL (atterraggio e decollo verticale) che permetterebbe a questi velivoli di eliminare lo spazio necessario per decollare e atterrare, uno dei principali ostacoli a un loro utilizzo cittadino. Non si tratta però di elicotteri, ma di velivoli di molto simili ai piccoli aeroplani. Non sarà un'invenzione per l'oggi, comunque: ci sarà da attendere circa dieci anni, anche se gli esperti ritengono che ce ne possano volere molti di più, anche perché il traffico aereo in città richiederà tutta una serie di infrastrutture e ormative oggi totalmente assenti.
caricamento in corso...
caricamento in corso...