Alla Francia son girate le "bollicine", niente vino per Rouhani? Meglio fare colazione

28 gennaio 2016 ore 13:02, Marta Moriconi
Niente nudità per l'Italia che ha messo "i cartoni" sui nudi delle statue e tolto il vino dalla tavola non prevedendolo nel menù, con la paura che potesse infastidire Hassan Rouhani. Ma la Francia è giacobina e non accetta diktat da nessuno.

No all'alcol e sì all'halal come richiesto dallo staff del leader iraniano? Hollande non ha lo stesso "spirito" (e la parola ci sta tutta) di Renzi e di Palazzo Chigi evidentemente. Il presidente francese aveva detto no alla prima richiesta avanzata dalla delegazione iraniana ai tempi del primo viaggio, previsto all'indomani della notte del terrore del 13 novembre scorso poi rimandato a ieri. 
Alla Francia son girate le 'bollicine', niente vino per Rouhani? Meglio fare colazione
La laicità per loro è una fede, e la contro-proposta era stata una colazione di lavoro tra Hassan Rouhani e il presidente François Hollande. Evidentemente a Palazzo Chigi qualcosa era giunto, perché la risposta della delegazione iraniana era stata quella di declinare l'invito proponendo un semplice incontro tra i due leader che c'è stato poi solo ora. Le Monde poi ci ha messo del suo e proprio ieri, giorno della visita, ha pubblicato una vignetta con richieste di pasti alcol free come suppone siano stato presentate allora allo staff presidenziale. Stavolta col turbante è presentato Hollande, anche in tunica, e Rouhani arriva con una bottiglia "champ.. pardon!". Philippe Ridet poi, (cog)nomen omen, si è messo a raccontare quanto era successo in Italia, e a fare un'analisi delle disavventure culturali italiane, ma non proprio economiche. Anzi. 
L'affare è fatto e la statua ha ritrovato il suo splendore. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...